Currently Browsing: Politica internazionale

Italia-Cina, (per ora) non c’è da preoccuparsi

La visita di Xi Jinping in Italia, la prima da quando il numero uno del Partito Comunista Cinese è salito al potere, ha fatto ben discutere. Non solo in termini interni, ossia per la richiesta del Parlamento di poter giudicare su una decisione in politica estera presa in maniera unilaterale: c’è di più, perché i […]

CONTINUA A LEGGERE

La strage in Nuova Zelanda e la nuova ideologia del massacro

La Nuova Zelanda non si è ancora ripresa dall’orribile attentato di Christchurch, che nella giornata di venerdì (ora locale) ha visto 49 persone morire per mano del commando armato che ha assaltato due moschee. È quello che la premier neozelandese ha definito «uno dei giorni più bui» del Paese, caratterizzato da un gesto terribile e […]

CONTINUA A LEGGERE

Le autonomie differenziate pongono fine al sovranismo in Italia.

In effetti, a sentirli parlare del Sud Italia,i fautori delle autonomie differenziate sembra di sentire i vari Macron, Merkel, Moscovici quando parlano dei paesi del Sud Europa. Il sovranismo, da sempre, pone le sue basi sull’accusa all’Unione Europea di non essere uno Stato coeso, con un debito pubblico comune, politiche fiscali comuni, politiche del lavoro […]

CONTINUA A LEGGERE

Brexit

Più s’avvicina la data del 29 marzo, più la Brexit sembra allontanarsi- Eppure, la data dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea è lì, a quaranta giorni: una quaresima di passione e d’angoscia, dove non ci sono sprazzi di verde, il colore dell’ottimismo, della speranza, dell’Irlanda (quell’Irlanda sulla cui la frontiera tra Eire e Ulster molto […]

CONTINUA A LEGGERE

Coesione: da Lecce a Las Vegas, successo start up pugliese che ha ideato Adam’s Hand

Si chiama Adam’s Hand, la mano di Adamo: sta per ‘A Dialogic Adaptive Modular Sensitive Hand’ ed è una protesi mioelettrica della mano realizzata in stampa 3D. Più semplicemente – se così si può dire – si tratta di una protesi di mano ad alta funzionalità adatta per amputazioni dell’arto sino al gomito, che permette […]

CONTINUA A LEGGERE

Coesione: con i fondi europei la Reggia di Venaria torna a splendere, e lo fa in chiave “green”

Non c’è dubbio che l’Italia sia piena di bellezze storico-artistiche. Purtroppo però non ci sono dubbi neanche sul fatto che troppo spesso parte di questo ricco patrimonio sia vittima di anni di trascuratezza e degrado. Pure la Reggia di Venaria, antica residenza sabauda del XVII secolo alle porte di Torino, sembrava dovesse rivelarsi vittima di […]

CONTINUA A LEGGERE

Coesione: Napoli, fondi per i trasporti e per proteggere il patrimonio culturale

Un gioiello europeo. Così la commissaria per la Politica regionale dell’Unione europea Corina Creţu ha definito la città di Napoli, aggiungendo di essere lieta “che i fondi dell’Ue possano aiutare a metterne in risalto la bellezza, stimolarne l’economia e migliorare la qualità della vita per i suoi abitanti”. Il 6 novembre, infatti, la Commissione europea, […]

CONTINUA A LEGGERE

Il voto parlamentare sull’accordo per la Brexit si è trasformato in un sonoro ‘vaffa’ contro Theresa May

Bisogna saper perdere, cantava qualcuno tempo fa, ed è quello che canterebbe oggi Theresa May, la premier britannica, dopo la sonora sconfitta subita ieri sera, in Parlamento. Che il suo piano Brexit vivesse sul filo di lana dei numeri era cosa nota ai più, ma vederselo bocciare con uno scarto di 230 voti – 432 […]

CONTINUA A LEGGERE

Trump in visita alle truppe: “il nostro compito qui è finito!”

In modo del tutto inaspettato e repentino, nel pieno della crisi sul bilancio che ha fatto scaturire lo shutdown governativo di natale, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump – assieme alla First Lady Melania – ha organizzato nella giornata di ieri una visita alle truppe statunitensi d’istanza in Siria, nell’ambito dei suoi poteri di […]

CONTINUA A LEGGERE

L’Italia in qualità di membro del WTO ha già sconfitto la Commissione Europea: ma non lo sa.

L’Unione Europea dichiara guerra al vino italiano. Ok ai falsi made in italy . Titolano così diversi giornali in questi giorni commentando la modifica del regolamento europeo 607/09 da parte della Commissione, che toglie l’obbligo di origine delle uve per il vino da tavola. Una situazione che ha fatto emergere una lunga serie di “atti […]

CONTINUA A LEGGERE