Currently Browsing: Politica internazionale

La nomina di Gozi: perché Meloni e Di Maio hanno “ragione”

C’è un detto popolare molto noto che afferma che “anche un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno”. Considerando come giorno l’intera durata della legislatura a trazione gialloverde, sembra essere scoccata la prima coincidenza temporale per due cronografi molto malandati come Giorgia Meloni e Luigi Di Maio: entrambi, nonostante il grande solco che […]

CONTINUA A LEGGERE

Ursula von der Leyen e la sua prossima investitura

Ursula von der Leyen ce la può fare, a ottenere, la prossima settimana, l’investitura a presidente della Commissione europea dal Parlamento europeo: ha molte frecce al suo arco, è una popolare (ed i popolari sono il gruppo più numeroso, nell’Assemblea di Strasburgo), è una tedesca, è una donna, ha referenze eccellenti. Ma farà fatica a […]

CONTINUA A LEGGERE

Cambio di gestione ai vertici Ue: dentro Sassoli, Lagarde e von der Leyen

È tempo di cambiamenti a Bruxelles: tra nuove nomine ed elezioni, negli scorsi giorni è stato deciso il destino dei prossimi cinque anni di policy-making in seno all’Unione Europea. Il bilancio, in ottica di influenza nazionale, tende al ribasso per il Bel Paese: tre italiani fuori, uno dentro. Sono infatti Mario Draghi, Federica Mogherini e […]

CONTINUA A LEGGERE

Perché il diritto internazionale è dalla parte di Sea-Watch 3

L’Italia è un Paese diviso, per l’ennesima volta in un lasso di tempo troppo breve da poter inquadrare, di fronte alla polemica della settimana. L’evento scatenante è – ovviamente – quello della nave Sea-Watch 3 e del suo capitano Carola Rackete, tedesca di 30 anni, in questo momento trattenuta agli arresti domiciliari dopo l’attracco a […]

CONTINUA A LEGGERE

C’era una volta il Gruppo di Visegrad

C’era una volta il Gruppo di Visegrad: Polonia, Rep. Ceca, Slovacchia e Ungheria, quattro Paesi dell’ex blocco comunista che formavano un ‘nucleo duro’, nazionalista e sovranista, dentro l’Unione europea e ne tenevano in scacco molte politiche. Agendo coesi, avevano un peso superiore alle loro dimensioni politiche, economiche, demografiche. Adesso, l’intesa si sta sgretolando, ‘picconata’ da […]

CONTINUA A LEGGERE

26 giugno 1945: 74 anni fa la firma dello Statuto delle Nazioni Unite

Sono passati 74 anni dalla sottoscrizione del Trattato istitutivo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, l’ente intergovernativo a vocazione universale che persegue – in forza degli articoli 1 e 2 dello Statuto – gli obiettivi di: – “Mantenere la pace e la sicurezza internazionale”; – “Promuovere la soluzione delle controversie internazionali e risolvere pacificamente le situazioni che […]

CONTINUA A LEGGERE

Prove di scissione atomica nella Sinistra: sei parlamentari contro la risoluzione sulla Libia

La questione libica apre una spaccatura all’interno dell’opposizione: +Europa (radicali), Sinistra – Articolo 1 – Liberi e Uguali e sei parlamentari Pd, capeggiati dall’ex presidente dem Orfini, hanno annunciato una risoluzione contro la proroga delle missioni internazionali in cui è coinvolta l’Italia, con particolare riguardo alla Libia. Secondo le dichiarazioni del gruppo di dissidenti raccolte […]

CONTINUA A LEGGERE

Il vicepresidente BCE al Corriere della Sera: «Italia indebitata ma non spacciata. Serve fiducia»

Le tensioni nella maggioranza di governo e nel consesso europeo, nel quale da diverse settimane si paventa l’apertura di una procedura per debito eccessivo contro l’Italia, rendono i mercati in fibrillazione nei confronti del nostro Paese. Ma la crisi dell’Eurozona non si limita ai problemi quasi atavici dei nostri confini nazionali: le previsioni degli investitori […]

CONTINUA A LEGGERE

‘Grandi manovre nel nuovo Parlamento europeo’

Il Parlamento europeo che si riunirà a Strasburgo il 2 luglio per dare inizio a una nuova legislatura, la nona dell’Assemblea eletta a suffragio universale, è notevolmente diverso dai precedenti, perché mai la presenza di deputati sovranisti, populisti, euro-scettici è stata così forte, ma conserva un’impronta europeista e una composita maggioranza favorevole a portare avanti […]

CONTINUA A LEGGERE

L’Europa inattesa del dopo elezioni

Se si sceglie di fotografare i risultati delle elezioni europee in modalità ‘panoramica’, si possono cogliere alcuni aspetti che, fino ad ora, sono stati sottovalutati dal dibattito in corso. Com’era prevedibile, infatti, le analisi del voto si sono concentrate sul significato delle percentuali ottenute dai diversi partiti a livello nazionale. La modalità prescelta è dunque […]

CONTINUA A LEGGERE