Currently Browsing: Giada Sbriccoli

IL B(L)ACKSTAGE DI DIANE ARBUS E DI AMY WINEHOUSE. Due artiste a confronto

L’arte non è che una macchia di sangue tradotta in un fregio d’oro. Per avere abbastanza sangue da trasformare, però, occorre trovare una ferita: più profonda e nascosta è, più puro sarà l’oro che se ne ricaverà. Lo testimoniano le vicende di due artiste diverse, che pure parecchio hanno in comune, la fotografa statunitense Diane […]

CONTINUA A LEGGERE

L’ITALIA, PATRIA MATRIGNA… La prima retrospettiva francese su Juana Romani

Dal 19 maggio al 19 settembre 2021, il Musée Roybet Fould di Courbevoie (appena fuori Parigi), ospita la mostra Juana Romani (1867-1923), modèle et peintre. Un rêve d’absolu, dedicata alla vita e all’opera della pittrice italiana Juana Romani (Carolina Carlesimo; Velletri, 1867 – Suresnes, 1923), artista tra le più note ed influenti nella Parigi della […]

CONTINUA A LEGGERE

L’IDENTITÀ NELLA DIFFERENZA. La ricerca individuale e collettiva di Sergine André e di Kudzanai-Violet Hwami

Il 21 maggio si celebra la Giornata Mondiale per la diversità culturale, il dialogo e lo sviluppo. Per questa occasione, presentiamo due esperienze di vita e di arte ben differenti, accomunate dal dono dell’apertura, fondamentale per integrarsi in contesti culturali assai distanti da quelli d’origine, arricchendo la propria identità di sfumature e sfaccettature, senza snaturarla: […]

CONTINUA A LEGGERE

«L’UNICO DISCORSO SU CUI NON MENTIRE». Martha Graham e le inconfutabili verità del corpo

Il 29 aprile si festeggia la Giornata Internazionale della Danza, promossa dall’International Dance Council dell’UNESCO. Per celebrare al meglio tale ricorrenza, presentiamo la vita e l’opera di una delle più grandi danzatrici e coreografe del secolo scorso, la statunitense Martha Graham (Pittsburgh, 1894 – New York, 1991), della quale, proprio lo scorso 1° aprile 2021, […]

CONTINUA A LEGGERE

ALLEGORIE DELLA PRIMAVERA

La primavera è una donna che danza nel sogno di una natura colta nell’atto del suo ciclico risveglio. Per festeggiare il suo arrivo, proponiamo oggi, al posto del già celeberrimo e amatissimo dipinto di un Maestro rinascimentale, la Primavera di Sandro Botticelli, le opere di tre scultrici dei nostri giorni, la polacca Małgorzata Chodakowska (1965), […]

CONTINUA A LEGGERE

«OGNI UOMO MENTE, MA DATEGLI UNA MASCHERA E SARÀ SINCERO»

Il Carnevale è un periodo di festa, diffuso principalmente fra i Paesi di tradizione cattolica, in cui la libertà si manifesta sotto forma di gioco e, soprattutto, di mascheramento. Secondo la maggior parte delle fonti, il termine “Carnevale” deriverebbe dall’espressione latina “carnem levare” (o “carne levamen”), “togliere la carne”, riferita al banchetto che si teneva […]

CONTINUA A LEGGERE

EPIFANIE DELL’INVERNO

L’abbassamento delle temperature non è accolto sempre con piacere da tutti, ma anche la rigida stagione invernale ha il suo fascino. Quando la neve avvolge, col suo vellutato manto bianco, le cime più elevate e i campi coltivati, i tetti e le strade, una insolita sensazione di pace genera l’illusione che il tempo si sia […]

CONTINUA A LEGGERE

C’ERA UNA VOLTA, ALTROVE… Storie d’altri mondi

La fine dell’anno è, per la gioia di molti, ormai alle porte. Eppure, per quanto lo si desideri, non c’è verso di velocizzare le lancette dell’orologio e congedare definitivamente questo difficile 2020. Ci si chiede, con una crescente insofferenza, se non vi sia una miracolosa, anche se soltanto temporanea, via di fuga dal qui ed […]

CONTINUA A LEGGERE

WISH YOU WERE HERE Il cratere dell’assenza

Wish you were here dei Pink Floyd è indubbiamente uno dei brani più celebri e amati di tutti i tempi. Pubblicato, come quarta traccia dell’omonimo album, nel settembre del 1975, rappresenta lo straordinario esito della fase più critica della band britannica. L’inarrivabile successo di The Dark Side Of The Moon (1973) aveva infatti, da un […]

CONTINUA A LEGGERE

DA ZERO A ZERO. La verticalità orizzontale di Oren Eliav

Dal 15 settembre al 17 ottobre 2020, gli spazi della galleria Building di Milano ospitano la mostra Mount Zero, dedicata all’opera dell’artista israeliano Oren Eliav (1975). Oren Eliav si è formato presso la Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme e, attualmente, vive e lavora a Tel Aviv. Protagonista di esposizioni organizzate da gallerie […]

CONTINUA A LEGGERE