Currently Browsing: Merelinda Staita

Licata, l’Ordine dei carmelitani dona reliquiadi S. Angelo, patrono della città, alla Confraternita di San Girolamo della Misericordia

Tante volte Papa Francesco ha parlato dei Santi, sottolineando cosa rappresentano e quanta importanza abbiano per un credente. “I Santi sono ancora qui, non lontani da noi; e le loro raffigurazioni nelle chiese evocano quella nube di testimoni che sempre ci circonda Sono testimoni che non adoriamo, ma che veneriamo e che in mille modi […]

CONTINUA A LEGGERE

Grande successo per la presentazione del libro “Figli delle App” del sociologo Francesco Pira

Ieri sera, venerdì 30 luglio 2021, a Licata, presso il Porto Turistico, si è svolta la presentazione del libro Figli delle App (Franco Angeli Editore – Collana di Sociologia), l’ultimo lavoro del sociologo Francesco Pira, professore associato di sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’Università di Messina. Indiscutibile il successo di questa presentazione che ha […]

CONTINUA A LEGGERE

A 38 anni dalla morte del Giudice Rocco Chinnici “La mafia uccide ancora, assassinati a Palermo un giudice e tre persone”:

Così titolava l’edizione del Tg siciliano di 38 anni fa: quel 29 luglio del 1983. In via Pipitone Federico, a Palermo, un’autobomba uccise il giudice Rocco Chinnici, 58 anni, capo dell’ufficio istruzione del tribunale e “padre” del pool antimafia di Falcone e Borsellino. Insieme al consigliere istruttore muoiono il portiere del palazzo, Stefano Li Sacchi, […]

CONTINUA A LEGGERE

Manzoni e le sue soluzioni linguistiche

Gli sviluppi della prosa nell’Ottocento sono di enorme importanza, perché questa è l’epoca in cui si fonda la moderna letteratura narrativa, attraverso due svolte fondamentali legate a Giovanni Verga e ad Alessandro Manzoni. Manzoni riuscì a rinnovare il linguaggio del genere “romanzo”, ma anche della saggistica, avvicinando decisamente lo scritto al parlato. Verga dimostrò di […]

CONTINUA A LEGGERE

“Il coraggio” di Paolo Borsellino

Quest’anno ho deciso di non scrivere il classico articolo in cui si ricorda, il 19 luglio, l’anniversario della strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il Giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta, per dare spazio all’analisi linguistica della parola “coraggio”, diventato un termine molto usato tra gli aforismi, e i […]

CONTINUA A LEGGERE

Il parallelo letterario tra il romanzo Eros di Giovanni Verga e le Ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo

In Eros, romanzo del periodo fiorentino di Giovanni Verga, il protagonista Alberto Alberti viene definito Jacopo Ortis dallo stesso autore al capitolo XX del romanzo. Ho provato a capirne le motivazioni, attraverso un’analisi dei due testi. Le Ultime lettere di Jacopo Ortis, scritto da Ugo Foscolo, è considerato il primo romanzo epistolare della letteratura italiana. […]

CONTINUA A LEGGERE

Buon Compleanno Luigi Pirandello

Il 28 giugno 1867 nasce a Girgenti, in contrada Caos, uno dei più grandi drammaturghi e scrittori italiani. Un autore che ha segnato la storia della letteratura italiana di fine Ottocento. Un autore ancora oggi attualissimo e, che da una prospettiva lungimirante, ha saputo cogliere gli aspetti più minuziosi della vita dell’uomo. Mi piace ricordare […]

CONTINUA A LEGGERE

Mannalà di Salvatore Indelicato

“Mannalà”, volume pubblicato dalla Casa Editrice Medinova presieduta dal Dott. Antonio Liotta, è la meravigliosa raccolta di racconti di Salvatore Indelicato. Il testo è stato arricchito dalla Prefazione di Antonio Patti. Salvatore Indelicato possiede una personalità letteraria alquanto poliedrica, poiché ha scritto racconti, romanzi e stupende poesie, ottenendo innumerevoli consensi da parte del pubblico e […]

CONTINUA A LEGGERE

Festa della Repubblica

Il 2 giugno 1946, dopo l’uscita dalla seconda guerra mondiale, i cittadini italiani scelsero, tramite un referendum la forma repubblicana di governo. Contemporaneamente elessero un’Assemblea costituente, che ebbe il compito di scrivere il testo di una nuova Costituzione per la nascente Repubblica italiana. Per la prima volta votavano anche le donne. Una vera conquista! Il […]

CONTINUA A LEGGERE

Verga a Firenze, capitale letteraria e politica

Quando Giovanni Verga arrivò a Firenze, nel maggio 1865, la cultura italiana, e in particolare quella fiorentina, era impegnata a utilizzare e rilanciare le culture regionali per fonderle in una nuova cultura nazionale. C’era ovviamente un motivo politico per questo progetto, ma c’era anche un interesse culturale. Firenze prese il posto di Torino come capitale […]

CONTINUA A LEGGERE