Currently Browsing: Merelinda Staita

STORIA DI UNA CAPINERA DI GIOVANNI VERGA

Storia di una Capinera, romanzo epistolare di Giovanni Verga, fu scritto tra il giugno e il luglio 1869 a Firenze. Il 25 novembre 1869, tornato temporaneamente a Catania, Verga spedì il romanzo a Francesco Dell’Ongaro, il quale ne rimase soddisfatto al punto da riuscire a farlo pubblicare dall’editore Lampugnani nella sua sede di Milano. Al […]

CONTINUA A LEGGERE

Confronto tra Alessandro Manzoni e Giovanni Verga

Molto spesso la critica ha parlato di manzonismo di Verga nella sua prosa e non possiamo darle torto, perché Verga era un ammiratore e lettore assiduo del Manzoni. Il tentativo manzoniano di creare una lingua comune non poteva non attrarre i realisti e i veristi dell’Italia centrale e meridionale, in quanto la soluzione <<dialettale>> (sia […]

CONTINUA A LEGGERE

Francesco De Sanctis e la questione della lingua

Francesco De Sanctis, scrittore, critico letterario, politico e Ministro della Pubblica Istruzione negli anni dell’Unità d’Italia, non poté non avvertire il problema della lingua e il legame tra la lingua e la storia della nazione. G. Nencioni, uno dei maggiori storici della lingua italiana, analizza la posizione del De Sanctis nel volume: La lingua dei […]

CONTINUA A LEGGERE

Commento critico del romanzo “Eros” di Giovanni Verga

L’analisi e lo studio della trama di Eros, romanzo di Giovanni Verga, mostrano elementi importanti da evidenziare, che non possono essere sottovalutati. Il romanzo inizia con l’epilogo del matrimonio tra i genitori del protagonista, i quali, infrangendo e distruggendo il focolare domestico, tolgono al figlio ogni possibilità di successo nella vita. Sin dall’inizio si prefigura […]

CONTINUA A LEGGERE