Currently Browsing: Federico Mattia Ricci

Olanda da assaggiare

L’Olanda non è solo tulipani e mulini a vento, anzi, è una regione con particolari pittoreschi da scoprire ad ogni angolo. Tra le esperienze suggestive da sperimentare vi consiglio una visita ai mercati del formaggio. Si tengono, nel periodo estivo, in ben quattro cittadine, due situate nella penisola a nord di Amsterdam, le altre due […]

CONTINUA A LEGGERE

Restiamo umani

Il progresso industriale ha permesso un miglioramento generale delle condizioni di vita di buona parte dell’umanità, ma ha alterato fortemente gli equilibri biologici. La produzione allargata di beni e servizi ha uniformato gusti e desideri, imponendo un consumo elevato di materie prime, producendo scorie il cui smaltimento fu ignorato, modificato piantagioni e calendari di colture […]

CONTINUA A LEGGERE

Un mondo malato

Le foreste amazzoniche in fiamme impongono un immediato quesito di diritto internazionale: quanto la sovranità di una nazione può ergersi a gestore di beni patrimonio dell’umanità? Questo vale per le risorse minerarie, quanto per i beni culturali. Il fatto di risiedere in un territorio, può permettere l’univocità ed esclusività di trattazione? E quanto gli interessi […]

CONTINUA A LEGGERE

Tempi moderni

Il progresso nella società moderna è misurabile dal grado di tecnicizzazione cui si è giunti, partendo dalla prima rivoluzione industriale all’attuale mondo digitale. L’avvento delle prime macchine, consentì di liberare la forza lavoro umana da incombenze più gravose, ottimizzando i risultati. La logica della produzione, finalizzata al conseguimento di un utile, impose una progressiva meccanizzazione […]

CONTINUA A LEGGERE

Giù le mani dalla Banca!

Sono gli ultimi giorni del primo mandato del Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, e una mozione parlamentare, in modo del tutto irrituale, mette in discussione l’operato della Banca centrale. Non vogliamo qui discutere sul contenuto politico dell’azione, bensì del valore democratico della stessa e dei suoi effetti. La riforma del 2005, la c.d. Legge […]

CONTINUA A LEGGERE

Marocchinate, una pagina tetra da non dimenticare

Sono trascorsi più di 70 anni dal termine dell’ultimo conflitto sul territorio italiano. Festeggiamo la data del 25 Aprile, come la liberazione dal regime dittatoriale nazifascista. Abbiamo celebrato il compleanno della nostra Carta costituzionale, ricordando il doloroso e tortuoso percorso vero la libertà. Libri, cinema, racconti hanno favoleggiato le avventure partigiane al fianco dell’esercito alleato, […]

CONTINUA A LEGGERE

Il sacrificio delle sorelle Mirabal

Una nuova data scandisce una riflessione globale sulle questioni femminili. Dopo l’8 marzo, il 25 novembre ha assunto un valore simbolico importante, non solo per le donne, ma per l’intera società. Ragionare sul triste fenomeno del femminicidio, impone una presa di coscienza generale sulla difficoltà a garantire l’autodeterminazione e l’emancipazione femminile. Ma perché l’Assemblea Generale […]

CONTINUA A LEGGERE

Un plauso ad Artemisia

Artemisia Lomi Gentileschi (Roma, 1593 – Napoli, 1653) è stata una straordinaria artista, oltre che donna indipendente e impegnata a perseguire la propria affermazione contro i pregiudizi del suo tempo. Imparò a leggere e a scrivere molto presto, così come a suonare il liuto; superò violenze familiari e seppe venir fuori da difficoltà economiche; cambiò […]

CONTINUA A LEGGERE

Aida a Caracalla

Serata di gran gala alle Terme di caracalla per l’inaugurazione della stagione estiva di opere e balletto. Il Teatro dell’Opera di Roma sceglie Aida, affidando la regia a Denis Krief e che vedrà sul podio il ritorno dell’Orchestra del Teatro dell’Opera, diretta dal maestro spagnolo Jordi Bernàcer, attualmente responsabile dell’Opera di San Francisco, già debuttante […]

CONTINUA A LEGGERE

Estate all’Opera di Caracalla

Si è aperta la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma, durerà fino all’8 agosto, per un totale di 32 serate. Due opere verdiane: Aida, di ritorno nel prestigioso palco archeologico dopo 8 anni di assenza, in una versione meno sfarzosa e più intimistica del regista italo francese Denis Krief. Aida avrà un nuovo allestimento […]

CONTINUA A LEGGERE