L’intolleranza non è più un problema, lo dimostra lo chef Angelo Berardi

Come fa un chef ad accontentare un celiaco? Non sembra essere un problema per lo chef Angelo Berardi che con il suo lavoro riesce a deliziare il palato di tutti. Da anni specializzato nella cucina senza glutine, lo chef ha fatto delle intolleranze il suo punto di forza.

Angelo Berardi nasce come pasticciere e lavora per anni nella pasticceria cioccolateria Berardi a Bari. L’esperienza con Giuseppe Berardi, primo mentore e fermo sostenitore di Angelo, gli permette di acquisire un’esperienza come pasticcere che poi lo porterà in giro per l’Europa tra stage ed esperienze lavorative. Per anni, torte, cioccolato, gelati e dessert di ogni tipo sono stati la sua occupazione principale. Ispirandosi a Iginio Massari ha fatto dell’arte della pasticceria la sua più grande passione. Vedere la gioia negli occhi dei clienti golosi davanti ad un suo dolce è, per lo chef, la più grande ricompensa per il suo lavoro.

Pugliese DOC e amante dei prodotti e dei piatti della sua terra, Angelo Berardi si è convertito anche alla cucina salata e senza glutine: le orecchiette senza glutine sono una sua specialità. Dal 2013, poi, lo chef ha portato la tradizione della sua terra lontano da casa: in Sud Tyrol, seguendo le orme dell’altro suo conterraneo, Felice Lo Basso che da Molfetta ha raggiunto anche lui le cime delle Dolomiti. Da anni infatti Angelo Berardi lavora presso l’Hotel Villa Madonna, in provincia di Bolzano, con l’obiettivo di far incontrare nei suoi piatti i sapori di entrambe le regioni. Orecchiette con crema di rape e speck, taralli senza glutine, pane tipico tirolese senza glutine: è la dimostrazione che i chilometri, in cucina, non contano.

L’attenzione e la cura del cliente si vede in ogni sua preparazione e nella passione che Angelo Berardi mette nel suo lavoro, nel tentativo di rendere felici tutti i suoi ospiti, anche i più esigenti. I clienti abituali dell’Hotel Villa Madonna, e nella persona del suo direttore Enrico Minuscoli, si ricordano di lui e delle sue preparazioni, chiedendogli annualmente i piatti dell’anno precedente. Sicuramente, non c’è soddisfazione più grande per uno chef!

Dunque, passione, attenzione al dettaglio, amore per le materie prime, per le tradizioni culinarie della sua regione natale e di quella “acquisita”, cura per il cliente, fanno di Angelo Berardi uno chef non solo apprezzato nell’ambito professionale, ma anche amato da tutti coloro che assaggiano le sue creazioni.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

155 shares