Currently Browsing: Giulia Gambino

PARABASI 1939: CINEMA HOLLYWOODIANO E ANTICA INNOVAZIONE

Nel 1939, una grande novità viene presentata nelle sale dei cinematografi: il regista del film “La règle du jeu” aveva infatti deciso di sfruttare nella sua totalità lo spazio scenico restaurando un espediente rimasto escluso dal cinema classico, ma che si era rivelato vitale per la commedia greca e latina. Si tratta del superamento della […]

CONTINUA A LEGGERE

LA BIBLIOTECA VATICANA: STORIA DI UN SOGNO

Quando nel 1475 Papa Sisto IV istituì ufficialmente la Biblioteca Vaticana attraverso la stesura della bolla Ad decorem militantis Ecclesiae datata 15 giugno, la storia di questo incredibile fondo librario era già iniziata da tempo. Il predecessore al soglio pontificio Niccolò V, al secolo Tommaso Parentucelli, aveva immaginato la realizzazione di una raccolta “in San […]

CONTINUA A LEGGERE

TUTTO PER I LIBRI: PETRARCA E LA SUA BIBLIOTECA

Nel 1351 Francesco Petrarca decise di ritornare a vivere in Italia, dopo aver trascorso a Valchiusa numerosi anni. Il trasloco tuttavia si rivelò difficoltoso e costellato di insidie, pertanto l’autore aretino decise in un primo momento di sospendere il viaggio: prima del suo rientro sarebbero passati quasi altri due anni, al termine dei quali avrebbe […]

CONTINUA A LEGGERE

GLI DÈI RITORNANO: I BRONZI DI SAN CASCIANO IN MOSTRA AL MANN DI NAPOLI

In una serie di stanze allietate dal suono dell’acqua sorgiva si staglia la serie di bronzi e reperti inediti provenienti da San Casciano: la mostra è ospitata dal Mann – Museo Archeologico Nazionale di Napoli con l’intento di diffondere e celebrare la bellezza delle opere ritrovate nel santuario termale etrusco e romano del Bagno Grande. […]

CONTINUA A LEGGERE

FILOSOFE 4: MARY WOLLSTONECRAFT, LA RIVALSA DELL’INVISIBILE

Da quale età il sentimento d’ingiustizia può alimentare il desiderio di rivalsa? Per Mary Wollstonecraft, nata nel 1759 da una famiglia della piccola borghesia londinese incrinata da maschilismo e indifferenza, una molto tenera. La marcata preferenza dei genitori per il fratello di Mary, però, oltre che ferirla, le diedero la motivazione definitiva per divenire una […]

CONTINUA A LEGGERE

FILOSOFE : ARETE DI CIRENE O L’INSEGNAMENTO TOTALE

Nel IV secolo a.C., alla direzione della scuola filosofica di Cirene fondata da Aristippo, accede una donna: Arete di Cirene, sua figlia. Dioegene Laerzio racconta di lei che era già un’insegnante da trentacinque anni quando ricoprì quest’importante posizione e decise di dedicare la sua intera esistenza alla cura di quel luogo di cultura e pensiero […]

CONTINUA A LEGGERE

FILOSOFE 3: CHRISTINE DE PIZAN, la metamorfica erudita

Veneziana di nascita ma di formazione italo-francese a causa del ruolo di medico e astrologo ricoperto dal padre prima presso la Serenissima e successivamente nel contesto della corte di Carlo V, Christine de Pizan poté godere per tutto il corso della propria infanzia di un’istruzione privilegiata e d’altissimo livello, che la portò a diventare un’abituale […]

CONTINUA A LEGGERE

FILOSOFE 2: RABIA, POETESSA DI LIBERTÀ

Nel 717, in Iraq, nacque una donna davvero speciale: si tratta di Rabia Al Adawiyya Al Qaysiyya, poetessa e filosofa dalla storia avventurosa ed estremamente toccante. La filosofa nacque in una famiglia povera, dalla quale fu rapita e venduta come schiava, ma riuscì a recuperare la propria libertà e a consacrarla, come aveva sempre desiderato, […]

CONTINUA A LEGGERE

“Navigare noluerat”: Tiridate Mago e la sacralità del mare

Nell’anno 66, un enorme corteggio accompagnò in Italia Tiridate, fratello del re di Partia Vologase I, perché ricevesse da Nerone l’investitura del regno d’Armenia. Infatti, dopo una guerra durata dieci anni e innumerevoli negoziati, era finalmente stata ristabilita la pace tra Corbulone, il generale romano che conquistò la capitale armena Artaxata per conto di Nerone, […]

CONTINUA A LEGGERE

I segreti di Violetta

Nel 1848 il romanzo “La signora delle camelie”, vero e proprio capolavoro della letteratura moderna scritto da Alexandre Dumas figlio, vide la luce. L’opera narra di una prostituta, Margherita, morta prematuramente per malattia, il cui principale tratto era quello di comunicare attraverso il colore dei fiori che portava con sé -delle camelie, appunto, donde il […]

CONTINUA A LEGGERE