Svezia, a lavoro si fa sport.

Svezia – Mens sana in corpore sano.

Partendo dalla celeberrima sentenza tratta da un verso di Giovenale (Satire X, 356) arriviamo a quello che alcune aziende svedesi stanno realizzando presso le loro sedi, dove organizzano lezioni di yoga e corsi di fitness per i propri dipendenti.

Secondo un sondaggio realizzato da Eurobarometro il 70% degli svedesi svolge almeno un’ora di attività fisica a settimana.

Questa tendenza si riscontra anche nel mondo del lavoro, dove alcune aziende infatti obbligano ii loro propri dipendenti a fare sport per per almeno un’ora ogni 7 giorni, come accade anche alla Björn Borg, dove l’ufficio di Stoccolma è chiuso ogni venerdì, dalle ore undici fino a mezzogiorno, orario in cui gli impiegati si allenano in palestra.

Con tanto di cartello per avvisare eventuali visitatori c’è scritto: «Non ci sono scuse. La nostra missione è essere il marchio numero 1 nell’abbigliamento sportivo per persone che vogliono sentirsi attive e attraenti. Quindi chiudiamo l’ufficio e facciamo un’ora di sport insieme. Ci impegniamo con passione verso nuovi e audaci obiettivi, ci sfidiamo a vicenda e siamo chi vogliamo essere».

Lo stesso messaggio è poi riportato anche sul sito della stessa compagnia alla pagina “Lavorare alla Björn Borg”.

In un’intervista alla BBC il Ceo della società Henrik Bunge ha così spiegato: «Se vuoi che tutti diano il meglio, è necessario che tutti facciano attività sportiva».

E chi non accetta la filosofia aziendale può anche andarsene, dice bruscamente Bunge.

Ma finora nessuno ha rinunciato al lavoro per l’ora di sport obbligatoria da dover svolgere.

Una ricerca dell’Università di Stoccolma riconosce e attesta che fare sport durante la giornata lavorativa genera benefici per il singolo e per l’azienda, un benessere fisico che migliora anche la produttività, la concentrazione, crea spirito di gruppo e fa calare le assenze per malattia.

Ecco perché tra i benefit aziendali alcuni datori di lavoro offrono ai dipendenti corsi gratuiti dei loro sport preferiti.

E i dipendenti sembrano davvero entusiasti di riuscire ad allenarsi durante la propria giornata di lavoro.

Ma in Svezia prendersi cura di sé è una cosa normale, è quasi considerato un dovere, una responsabilità sociale.

La pratica di uno sport o meno è anche diventata un fattore determinante in fase di valutazione durante i colloqui di lavoro.

E molte aziende, viceversa, cercano di attrarre nuovi e giovani talenti finanziando le loro passioni.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 share