Ultimi giorni per AKTION T4 di Lenz Fondazione

Ancora poche occasioni per assistere al nuovo episodio, che sta meritando l’attenzione di importanti critici e media nazionali, del progetto permanente su Resistenza e Olocausto diretto da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto.

Trasmissioni e servizi dedicati su Rai5, RaiStoria, SkyArteHD, SkyTg24. Critici teatrali giunti da varie città italiane. Ampio spazio sulla Gazzetta di Parma, su Repubblica.it Parma e su tutte le testate locali. È grande la soddisfazione per i risultati di AKTION T4, spettacolo di Lenz Fondazione sul programma nazista di eutanasia sui bambini portatori di handicap e malformazioni genetiche presentato in prima nazionale a Parma il 25 aprile.

Subito dopo il debutto, è stato inoltre realizzato un denso dialogo, parte integrante del progetto permanente di Lenz Fondazione su Resistenza e Olocausto, con Claudio Vercelli (storico – Università cattolica del Sacro Cuore di Milano), Emanuela Giuffredi (docente – Liceo classico G.D. Romagnosi di Parma), Lea Negroni e Francesco Petronio (studenti – viaggiatori della memoria) e Marco Minardi (direttore Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Parma).

Lo spettacolo di Francesco Pititto (autore del testo originale e dell’imagoturgia) e Maria Federica Maestri (responsabile di creazione scenica e regia) è interpretato da Barbara Voghera e Carlotta Spaggiari, straordinarie attrici sensibili di Lenz insieme ad Alessia Dell’Imperio, Tommaso Sementa (danzatore) e Giacomo Rastelli (basso), performer sensibili del laboratorio Pratiche di Teatro Sociale. Il lavoro si avvale delle musiche create ad hoc dal compositore elettronico Andrea Azzali.

È ancora possibile assistere a AKTION T4 venerdì 28 e sabato 29 aprile alle ore 21.00 e domenica 30 aprile alle ore 18.00.

Per informazioni: Lenz Teatro, Via Pasubio 3/e, Parma, tel. 0521 270141, 335 6096220, comunicazione@lenzfondazione.it – www.lenzfondazione.it.

Michele Pascarella

Ufficio stampa Lenz Fondazione

346 4076164 press@lenzfondazione.it

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares