DALLA VIGNA ALLA CITTÀ DELL’ALTRA ECONOMIA DI ROMA: ARRIVANO SENZA ARTIFIZI I VIGNAIOLI ARTIGIANI NATURALI

V.A.N. – Vignaioli Artigiani Naturali: questo è il loro nome, questi sono i vignaioli artigiani italiani uniti dalla passione per il vino naturale. Che sabato 18 e domenica 19 novembre si riuniranno in un’unica manifestazione alla Città dell’Altra Economia di Testaccio a Roma in collaborazione con la Cooperativa Oltre Onlus, dove i vini naturali e biologici saranno i protagonisti assoluti da gustare e, per chi volesse, da acquistare.

Dalla terra alla tavola, in questo caso potremmo dire: dalla vigna al bicchiere, passando per le mani sagge e pazienti del vignaiolo che di questo mestiere ha creato un’arte, ma anche uno stile di vita. Rigorosamente naturale, esclusivamente biologico.

Ma perché il vino naturale?

“La convinzione ispiratrice è che il vino continui ad essere quella risorsa alimentare corroborante e salutare come è stata conosciuta nei secoli, e non debba essere ridotto a una sorta di bevanda, alterandone e correggendone sistematicamente i costituenti”.

Così recita la Carta degli intenti dei Vignaioli Artigiani Naturali, un regolamento intrinseco, formalizzato, uno standard, una pratica da seguire e inseguire, che li impegna materialmente e moralmente a ricercare nel vino la natura segreta e inespressa coadiuvata dalla creatività, dalla storia e dalla cultura in cui ogni vino è innegabilmente immerso. E come per magia, che poi magia non è, nasce il vino integro e vitale, si materializza dai frutti di una terra illesa, custodita gelosamente con tutte le cure che ogni essere amorevole potrebbe riservarle. Dunque, un vino è naturale per i Vignaioli Artigiani Naturali solo se deriva da uve di agricoltura biologica o biodinamica raccolte manualmente, da fermentazioni spontanee (senza lieviti o batteri aggiunti), abbia un contenuto in solforosa totale all’imbottigliamento di massimo 40 mg/l indipendentemente dal tenore di zuccheri residui, sia privo di additivi o coadiuvanti enologici aggiunti in vinificazione, maturazione e affinamento e sia esente da manipolazioni e trattamenti fisici o chimici brutali e invasivi.

Insomma, vini la cui struttura, le cui caratteristiche, il cui spessore sono il prodotto non artificialmente costruito di tradizioni vinicole italiane mai andate perdute e vigorosamente ritrovate.

Tutto questo nuovo (antico) mondo naturale avremo modo di scoprirlo al V.A.N. Vignaioli Artigiani Naturali, a contatto diretto con i suoi attori protagonisti, in ben due giorni negli antichi spazi restaurati del Campo Boario; dove sarà possibile degustare i vini in compagnia di profumati formaggi abruzzesi, oltre che acquistarli in loco.

Chi sono, dunque, i produttori tanto attesi in arrivo nella capitale? Numerose le adesioni di nuovi e storici vignaioli provenienti da un po’ tutte le regioni d’Italia: Toscana, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Sicilia, Marche, Puglia, Umbria, Emilia-Romagna. A cui aggiungere un ospite speciale in arrivo da Bordeaux per addolcire i nostri palati con il suo Sauternes.

E siccome è artigianato tutto ciò che deriva da un’idea, da una tradizione, dall’incontro tra la mano dell’uomo con la materia che contiene in sé già l’essenza e la sostanza della forma, non solo il vino è il suo diretto prodotto, artefatto della natura e tempio dell’arte, anche il pane è l’emblema storicamente prescelto dagli uomini per imprimere una cultura intera in un corpo. Ecco perché, nel corso delle degustazioni al V.A.N. – Vignaioli Artigiani Naturali, l’associazione agricola sociale ORTO di Soriano nel Cimino, produttrice di farine integrali macinate a pietra, in collaborazione con l’Associazione romana BreadHeArt, proporrà un laboratorio di “panificazione” al vino con pasta madre per imparare a impastare una pagnotta a mano e acquisire le tecniche necessarie per produrla anche a casa. Ma non una qualsiasi: realizzata con le farine laziali, profumate e di ottima qualità, sarà insaporita e aromatizzata con fresco vino novello. Il laboratorio si svolgerà in due orari, alle 11.30 del mattino e alle 15.30 del pomeriggio di domenica 19 novembre.

Cibo, vino, arte e, dunque, cultura, saranno i fili conduttori di questo weekend all’insegna del mondo naturale, dove sarà presente anche il team delle Edizioni Porthos.

Per conoscere le cantine presenti, basta seguire i Vignaioli Artigiani Naturali sul sito internet vignaioliartigianinaturali.it o sulla pagina Facebook di Natural Critical Wine.

V.A.N. – Vignaioli Artigiani Naturali, con la partecipazione di Cooperativa Oltre Onlus alla Città dell’Altra Economia a Roma

Degustazione e vendita diretta di vini naturali e prodotti dell’agricoltura biologica

Sabato 18 novembre dalle ore 11.00 alle 20.00 e domenica 19 novembre dalle ore 10.00 alle 19.00

Laboratorio di panificazione: domenica 19 novembre alle ore 11.30 e alle 15.30

Ingresso: €10 + bicchiere €2

Per ulteriori informazioni: e-mail a info@vignaglioliartigianinaturali.it o a

comunitasolidaleresistente@inventati.org

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares