Alessandro Cacace, il cuoco-giardiniere col sogno di diventare un grande chef

Alessandro Cacace, classe 1980, è nato e vive a Napoli, una delle città d’Italia dal patrimonio gastronomico più rinomato nel mondo. Impossibile non amare la cucina napoletana. Impossibile, se si ha una naturale propensione per i fornelli, non appassionarsene al punto da voler diventare chef.

È quello che Alessandro sta facendo, con studio e impegno, affinché diventi un giorno il suo lavoro principale: «Nel mio cuore sogno da sempre di trasformare questo grande amore nella mia professione definitiva».

Ciò che Cacace aggiunge nelle sue preparazioni è un’ispirazione data dal mondo della botanica: «Da sempre ho avuto una forte passione, oltre che per la cucina, per la natura. Così con il passare degli anni ho studiato la prima da autodidatta, nelle tecniche di cucina tradizionale, moderna e molecolare, abbinandole a prodotti del territorio e cercando di valorizzarli, ma sempre con un tocco di innovazione e personalità. Il giardinaggio, infatti, mi ha aiutato a capire e conoscere le materie prime provenienti dalla terra e migliorato su come utilizzarle».

Stessa cosa per un altro grande amore di Cacace, anche quello figlio diretto della sua “napoletanità”: «Anche la pesca è stato un modo, per me, di conoscere meglio ciò che cucino, ma in questo caso quello che viene dal mare, e come imparare a riconoscerne la freschezza».

In cucina, Alessandro ha le sue preferenze: «Prediligo cucinare piatti di mare , amo la pasta ed i risotti. Ma sono sempre attratto dai sapori della terra e dai suoi frutti, che riesco in piccola parte a coltivare personalmente». Perché la genuinità non è una merce, ma un valore.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares