La Bibbia del Basket

Come ogni Cristiano praticante ha una copia delle Scritture sul comodino o comunque in casa, ogni “fedele della pallacanestro” dovrebbe avere una copia di questo volume accanto al proprio cuscino.

C’è chi pratica lo sport per piacere, e magari ne pratica più di uno, così per tenersi in forma e passare del tempo. Poi c’è un’altra fetta di persone che pratica prevalentemente uno sport, o anche solamente quello. Ed è qui che possiamo isolare una fetta di individui che amano lo sport che praticano, che lo amano con ogni parte di loro stessi. Non importa se giocano a livello amatoriale e giocano una volta a settimana, se sono dei professionisti che si allenano due volte al giorno ogni giorno che Dio manda in terra: sono tutti fedeli allo stesso credo. E questo credo per Giulio Mola è la pallacanestro. Così Mola ha raccolto nel libro “Le Leggende del basket” i grandi Profeti della pallacanestro, “vecchia” e “nuova”: da George Mikan a Oscar Robertson, passando per Kresimir Cosic e Bill Walton per arrivare fino a nomi che conoscono anche i “profani” come Michael Jordan ed il compianto Kobe Bryant. Di ogni personaggio, di ogni “profeta”, viene svolta un’accurata disamina delineandone un profilo non solamente sportivo, ma analizzando l’uomo, la persona con i suoi pregi ed i suoi difetti, il suo background socio-economico e che cosa ha deciso di fare una volta abbandonata la carriera da atleta professionista. Questo rende il libro leggibile e scorrevole anche per chi viene da altre “religioni” sportive. Dal punto di vista sportivo invece i “fedeli” troveranno tutte le statistiche ed i palmarès dei loro beniamini e, perché no soprattutto per i più giovani, magari trovarne qualcuno nuovo a cui ispirarsi che ha giocato nel passato.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares