Respirare, meditare e curare la propria anima. Tiziana Fiore ha fatto del benessere altrui la propria missione di vita

In questo periodo per tutti difficile, riuscire a mantenere l’equilibrio della mente e anche un po’ di forma fisica, è molto importante; fortunatamente, le tecnologie ci vengono in aiuto, permettendoci di avere accesso a moltissimi video, corsi, manuali e videoconferenze, anche se non è facile riuscire ad esser costanti e soprattutto ad eseguire correttamente molti esercizi, senza una guida in grado di supportarci.

Da 22 anni Tiziana Fiore insegna discipline olistiche e non solo, ad Ancona e Osimo e, da qualche settimana, mantiene un contatto quotidiano tramite Zoom, con i suoi allievi. Laureata in Scienze Motorie, sono numerose le certificazioni da lei conseguite, in diversi ambiti: dal nutrizionale al posturale, dal fitness fino all’ambiente olistico, pur avendo cominciato con la classica aerobica, la fitboxe e lo step coreografico, per cui ha sempre nutrito un grande amore.

Originaria del Piemonte, nata a Carmagnola, in provincia di Torino, la nostra oggi affermata insegnante si trasferì definitivamente nelle Marche all’età di 9 anni, fino a stabilirsi ad Ancona; un’infanzia travagliata, con frequenti cambi di città, senza possibilità di radicarsi, senza amici e costretta a ricominciare ogni volta da capo.

Crescendo, però, Tiziana avrebbe trovato nel mondo del fitness un grande rifugio, in un momento particolarmente delicato: sua mamma, infatti, era malata e soggetta a continui ricoveri e Tiziana, che lavorava di notte in un laboratorio di pasticceria, sentiva il bisogno di ritagliarsi uno spazio suo e di mantenersi in forma; fu così che cominciò a frequentare la piccola palestra “Forza Tre” di Gabriele Nisi, dove allenarsi, distrarsi e conoscere altre persone. Così la palestra iniziò a diventare la sua famiglia fino al giorno in cui Gabriele e la sua compagna le chiesero se avesse mai avuto l’intenzione di insegnare.

Non sentendosi pronta per un incarico del genere, Tiziana iniziò a frequentare il suo primo corso da istruttore di aerobica di primo livello, conseguendo il diploma, per poi utilizzarlo già un mese dopo, in occasione della sostituzione di un insegnante che si era infortunato: è il Novembre del 2000 e Tiziana inizia così una attività che non avrebbe più interrotto e per la quale sente di dover ringraziare, oltre a Gabriele Nisi titolare della sua prima palestra, anche Boris Bazzani, suo maestro, con cui ha un grande legame affettivo e che le è stato accanto in alcuni momenti importanti della vita, Luciana Gorgia, professionista e persona di gran cuore ed umanità, Arely Torres e Nieves Lopez per gli insegnamenti su come trattare il corpo nella pratica.

Tiziana spiega così il perchè dell’amore per questa professione: “Io mi occupo di persone e del loro benessere e questa è la mia passione: tutti i giorni c’è almeno un mio allievo che mi ricorda il motivo per cui ho scelto di fare questo, ogni giorno, o forse è questo lavoro che ha scelto me.” Un lavoro per il quale c’è sempre da studiare e da imparare cose nuove e per cui Tiziana ha sostenuto anche alcuni viaggi in India, patria dello yoga e non solo.

La prima volta, per un mese, nel 2018, è stata un grandioso disastro che ha però aperto la strada ad una crescita tecnica e, soprattutto, personale. Mucche, cumuli di escrementi lungo le strade, poca tecnologia, tanta sporcizia, ma gente semplice, conviviale, accogliente, per Tiziana si è trattato di un ritorno alle vere origini dell’essere umano, alle cose importanti della vita, pur facendole vivere una crisi interiore profonda. Un’esperienza con cui prendere coscienza di quanto ognuno di noi, anche chi crede di non avere grandi vizi, pretese e comodità, sia in realtà abituato ad una esistenza molto comoda; giorni intensi e bellissimi, anche se forse questo splendido Paese si sta intossicando, perdendo la sua vera essenza.

Anche noi, in questo momento tragico, stiamo perdendo la nostra essenza, fortemente esposti allo stress, alla paura, all’angoscia ed all’ansia, per un nemico invisibile, oltre che per il terrorismo mediatico a cui siamo sottoposti ogni giorno. Lo stress è responsabile della produzione di elevati livelli di  cortisolo, il nostro sistema è sempre attivo, pronto per una condizione di attacco o fuga e ciò comporta principalmente un blocco del respiro e, in secondo luogo, una disfunzionalità a carico di tutto il sistema nervoso, per cui normali attività, come il dormire, vengono alterate, la digestione diviene più difficoltosa e questo crea problemi a carico di fegato, intestino e cuore. Per affrontare questo momento particolare, Tiziana suggerisce di seguire il protocollo ideato dalla scuola Yoga Therapy, disponibile anche su YouTube, che si sta affermando in Italia con uno staff di tutto rispetto: praticare la respirazione che aiuta a placare la mente, a rinforzare il sistema immunitario ed aumentare la capacità polmonare. Oltre a ciò, possono essere d’aiuto anche lo yin yoga, il flow yoga, l’hot yoga ed altri stili, sempre di yoga, così come il metodo Feldenkrais, la ginnastica posturale e la meditazione; l’importante è non soffermarsi sulla prestazione fisica e sul risultato, ma su ciò che sentiamo, ponendoci in ascolto del corpo durante la pratica.

Tanti progetti per il futuro, come quello di divenire responsabile di un centro benessere al servizio della persona sotto ogni aspetto: fisico, mentale, emotivo, curando anche la formazione di nuovi insegnanti a cui trasferire le sue competenze ed il suo vissuto. Oppure semplicemente trasferirsi su un isola, ad insegnare per un paio d’ore al giorno e dedicare il resto del tempo a sé stessa, per vivere e non sopravvivere, ascoltare veramente e non limitarsi a sentire: riappropriarsi della propria essenza, un grande traguardo che ognuno di noi dovrebbe cercare di raggiungere, sempre.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares