Maurizio Battista: una chiacchierata tra amici!

Nelle date del 29-30 Agosto all’Auditorium parco della musica a Roma ed il 4 Settembre al Castello di Santa Severa il comico romano Maurizio Battista va in scena con lo spettacolo “ma non doveva andare tutto bene?”.
Come si può capire c’è una frecciatina allo slogan della quarantena che tutti abbiamo dovuto affrontare la scorsa primavera: “andrà tutto bene”. Qui Battista si aggancia e, scherzando come sa fare solo lui, riesce a far ridere su un tema così delicato come quello del COVID-19 e di una serie di situazioni con le quali più o meno tutti abbiamo avuto a che fare: dall’andare a fare la spesa al reparto ortofrutta con delle buste usate a mo’ di guanto senza dita ai cani esausti per essere usati come scusa per uscire di casa, dalle lotte famigliari per portare giù i rifiuti (cosa che nessuno voleva fare fino a pochi giorni prima!) a sorteggiare chi deve andare a fare la spesa. Insomma un po’ di ironia per stemperare la pesantezza di questi ultimi mesi.

Ma il romano verace che è in lui non risparmia affondi ai video fatti da molti VIP che chiedevano di restare a casa: Maurizio, come uomo, si è esposto in prima persona in piena quarantena per far decollare una raccolta fondi volta a sostenere con generi di prima necessità alcune famiglie romane, seriamente in difficoltà dal punto di vista economico; tante sono le persone che hanno reso possibile la campagna, ma lui ha approfittato della sua posizione per renderla visibile. Mentre il Battista comico si chiede e chiede, facendo sfoggio di tutta la sua romanità, “perché tutti ‘sti vip invece de registrà un video non hanno messo mano al portafogli? Perché non hanno sfruttato la loro posizione di visibilità per fare del bene?”.
Insomma, sempre ridendo, non risparmia stoccate. Ridendo. Ma non scherzando!

“Ma non doveva andare tutto bene” non è solo un one-man-show: Battista coinvolge costantemente il pubblico in prima persona, chiedendo “de che quartiere sei?” “è tu moje quella? Niente allora me dispiace so arivato tardi pe’ sarvatte!”, parlando e scherzando di storie di vita vissuta, senza una barriera che divida il palco dal pubblico, proprio come se fosse una cena tra amici.
La partecipazione del comico, e caro amico, Dado dà tempo a Maurizio di recuperare i fogli con cartelli e articoli buffi che mostra ai suoi spettacoli, volati a terra a causa del vento più e più volte scatenando le risate del pubblico ma rendendo la vita del comico molto complicata, tanto da diventare ad un certo punto un jukebox umano; si perchè tra fogli introvabili e sequenze mescolate Battista va fuori copione ed improvvisa raccontandosi, raccontando della mamma che gli manca ma anche del dono immenso che la vita gli ha fatto: la sua ultima figlia.

Se volete ridere tanto e passare una serata tra amici “ma non doveva andare tutto bene?” è lo spettacolo che fa per voi, Maurizio Battista saprà farvi sentire a casa come nessun’altro.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares