Amare il Pianeta e il proprio lavoro: Beppe Convertini, un attore prestato alla tv.

Beppe Convertini è un uomo che ha fatto e fa della bellezza un suo biglietto da visita, un biglietto con cui ha aperto il passaggio a livello del tram della sua vita. Un biglietto timbrato in molte fiction e film che l’hanno fatto conoscere al grande pubblico e apprezzare da molti.

Beppe ci confessa di aver avuto la fortuna di lavorare con dei grandissimi attori, da cui attingere non solo a livello professionale, ma anche e soprattutto dal punto di vista umano: da Nino Manfredi a Michele Placido, passando per Giancarlo Giannini, “Grandi professionisti ma soprattutto grandi uomini, da cui ho attinto per imparare un mestiere ma anche e soprattutto per imparare ad essere un uomo”, ci rivela Beppe.

Oltre ad amare profondamente il suo lavoro, il conduttore di programmi di successo, quali “La vita in diretta” e “Linea Verde”, oggi è anche impegnato nel sociale: un lavoro che lo appaga e lo gratifica e lo rende “attore di se stesso”, protagonista della sua vita con fervore passione e impegno.

“Non so bene come definirmi, ma mi piace che qualcuno mi possa definire, pur non sapendo scegliere se preferisco essere definito attore o conduttore” ci spiega Beppe. Numerose, infatti, le esperienze da attore, sia di fiction che di teatro, genere quest’ultimo per il quale non nasconde di avere un debole perchè “l’emozione che il pubblico trasmette è adrenalinica!”

Beppe crede molto in quello che fa e lo fa con dedizione e studio continui, credendo con tutto se stesso in un mestiere dove la dialettica, assieme allo sguardo, sono imprescindibili e dove ogni parola va accompagnata dalla morbidezza facciale e da grande empatia che Beppe, da buon pugliese, ha e sa trasmettere.

Raccontare le storie è una emozione continua, conoscere le bellezze artistiche, paesaggistiche, enogastronomiche del made in Italy è stata la mission di un programma di successo come “Linea Verde”, che si conferma particolarmente importante per dare lustro al nostro Paese con le sue meraviglie in tutto il Mondo.

Presentare e dilettare facendo di ogni suo lavoro un pezzetto di sé vuol dire farsi conoscere e apprezzare anche come uomo che nella sua Puglia voleva già da piccolo parlare di sé agli altri con il microfono della sua sensibilità e con e con il canovaccio del suo io.

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares