“Sgarbi in “La bellezza è sempre contemporanea”  Galleria La Pigna a Roma

“Sgarbi in “La bellezza è sempre contemporanea”  Galleria La Pigna a Roma

>Roma – chiude di recente, presso la galleria “La Pigna” sita nell’omonima via del Centro storico, nello storico “Palazzo Maffei Marescotti” la prima edizione della mostra collettiva dal titolo “La bellezza è sempre contemporanea”. Location di eccezione presso il palazzo dell’Opera Romana Pellegrinaggi in Via della Pigna (galleria storica dell’UCAI, Unione Cattolica Artisti Italiani).

>Tra loro Cristoforo Russo pittore di Torre del Greco, proveniente dalla scuola del Maestro Vito Esposito (1935-2021), presente col quadro (in tecnica mista, olio e acrilico su tela) “Capra, capra, capra” (implicito riferimento a Vittorio Sgarbi, che ha inaugurato la mostra).

>”Ho scelto la capra come soggetto di questa mia opera”, precisa Cristoforo, “essendo la capra uno degli animali simbolo dell’ Italia. Che, non dimentichiamo, è stata – e in parte è tuttora – un Paese fortemente agricolo, dove animali come appunto la capra, l’asino, il bue, tipici per la loro umiltà e pazienza, a lungo hanno dominato il paesaggio. Un omaggio a Maria Lai. Nell’immaginario dell’artista vagabondava un animale mitico, docile e impavido, in cui lei stessa fin da piccola si identificò: una capretta “ansiosa di precipizi”, secondo la definizione che il padre di Maria cucì addosso alla sua bambina. Un’antica leggenda sarda la cantava, insieme a un pastorello, la Lai se ne appropriò e la riscrisse facendone una splendida metafora della nascita dell’arte. Quando le parole lasciano i lividi, la conoscenza può venirci in soccorso. “La lingua non ha ossa, ma ossa rompe” recita un detto napoletano (‘A lengua nun tène uòsso, ma rompe ll’ossa).

>   Numerosi gli artisti italiani e stranieri che hanno aderito all’evento ideato e curato da Angiolina Marchese e Raoul Bendinelli, dell’associazione culturale “Art Global”:

>MUAATH AL BALUCHI, PATRIZIA ALMONTI , MONICA ARGENTINO, ANNNALISE ATZORI , SIMONE BELLOMIA, RAOUL BENDINELLI, VITALYA BRUY, CARMELO CACCIOLA, ANDREA CALABRO’ , MORETTA CAPOSSELA, ANNA CATALANO, SUSANNA CAULI, DORIS CONFORTIN, AMALIA CONTESTABILE, ANTONELLA DE MEDICI, LIA DI DOMENICO, VERONICA DI QUATTRO, STEFANO DONATO, CIRO FABBOZZI, VITO GIACCARI, GIOVANNI GURRIERI, PINELLA IMBESI, RITA IOANNACI, ANGIOLINA MARCHESE, LINA MARIOLU, MARIASSUNTA MARTELLONE, RAFFAELLA MARTINO, ANDREAS MC MULLER, MITA MEDICI, TONY MORELLI, FRANCESCA MORLACCHI, ANTONELLA MURZILLI, FRANCO RINO NANU, CRISTINA NATALE, VANDA PANZIRONI, LAURA PERNIGO, GIUDITTA PETRINI, FRANCESCA PAOLETTA, ANNARITA PERILLO, STEFANIA PONTICELLI, GRETA PIRRO, CARLA PUGLIANI, ALESSANDRO RINALDONI, CRISTOFORO RUSSO, GRAZIELLA RUSSO, NIKOLINA MARJANOVIC SCALISE, ISABELA SERALIO, SPAGNOLI MARIO, STEFANIA SIMANSCHI, GIUSEPPINA SPADOLA INCATASCIATO,EMILIA SULEA, SONIA VECCHIO SO.VE, ROSANNA VETTURINI, BETTY VIVIAN

>Stili diversi e tecniche dall’iperrealismo alla body painting per esprimere la passione nelle arti figurative della pittura, scultura e della fotografia. Per il vernissage presenti personaggi d’eccezione: Vittorio Sgarbi critico della mostra, l’amatissima attrice e cantante Mita Medici protagonista della scena dello spettacolo dalla seconda metà degli anni Sessanta e Nathaly Caldonazzo.

>L’evento nasce dall’iniziativa di artisti autonomi, che si auto-sostengono con lo scopo di rimettere l’arte in circolo e porre in risalto un dialogo continuo tra le opere. L’economia è fondamentale per un rilancio dell’arte e, pur non distaccandosi dall’accademicità, gli organizzatori e gli artisti coinvolti si sentono così maggiormente artefici della loro libertà espressiva, senza vincoli dettati da logiche esterne all’arte che dovrebbe essere sempre condivisa e resa fruibile dal maggior pubblico possibile.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares