La 3 giorni di Agora Europa

La 3 giorni di Agora Europa

Istituzione di uno Spazio Pubblico della Cittadinanza

Parma, 17-18-19 maggio 2019

Palazzo del Governatore, Castello dei Burattini, Teatro al Parco

Abitare l’Europa di Domani

Dibattiti pubblici, spettacoli teatrali, concerti, mostre fotografiche,

esiti dei laboratori sul territorio, stand

con Nadia Urbinati, Moni Ovadia, Elly Schlein, Lorenzo Marsili, Eric Jozsef,

Satvinder Juss, Caterina Di Fazio, Salvatore Biasco, Gigio Brunello,

Elisabetta Rubini, Roberto Mordacci, Alessandra Sciurba e molti altri

Un progetto promosso da Agora Europa con il contributo di ThinkBig e il patrocinio del Comune di Parma https://agoraeupoliticalspace.wordpress.com/

PARMA – Abitare l’Europa di Domani: nasce da qui la 3 giorni di Agora Europa che si svolgerà a Parma dal 17 al 19 maggio in vari luoghi della Città, un progetto promosso da Agora Europa con il contributo di ThinkBig, iniziativa promossa da Fondazione Cariparma e Libera Università dell’Educare, finalizzata a facilitare la partecipazione dei giovani ai processi di sviluppo locale, con il patrocinio del Comune di Parma e la collaborazione di European Alternatives, Maastricht Working on Europe, Libertà e Giustizia, Amel, FACM e The Good Lobby.

In vista delle Elezioni Europee 2019, il progetto Agora Europa – ideato da un gruppo di giovani dai 26 ai 30 anni – vuole creare una cittadinanza europea consapevole attraverso il coinvolgimento in laboratori, eventi culturali e incontri di carattere pubblico per discutere dei problemi di oggi e guardare all’Europa di domani.

Integrazione, migrazione, giustizia e solidarietà, sono questi i temi di respiro europeo sui quali si vuole sensibilizzare la cittadinanza, in particolare il pubblico dei giovani, per favorire una partecipazione attiva al futuro dell’Europa. Per fare questo sono stati attivati una serie di workshop aperti a tutti e ad iscrizione gratuita i cui esiti saranno presentati in occasione della 3 giorni.

Dopo l’introduzione di Caterina Di Fazio – co-fondatrice di Agora Europa insieme a Nadia Urbinati ed Etienne Balibar – ed i saluti istituzionali, ad aprire la manifestazione venerdì 17 maggio alle ore

17 al Palazzo del Governatore sarà Moni Ovadia con un intervento dal titolo “Cultura e dignità” al quale seguirà l’agora sull’integrazione europea “Vedere l’altro: l’identità nell’integrazione”, cui parteciperanno Salvatore Biasco, Anna Decembrino, Marcello Frigeri, Alessia Lusardi, Sergio Manghi, Roberto Mordacci, Moni Ovadia, Elly Schlein.

Alle ore 21.30 al Castello dei Burattini Gigio Brunello presenta “Beati i perseguitati a causa della giustizia perché di essi è il regno dei cieli”, uno spettacolo di teatro di figura per adulti che compone un dialogo tra le vite e le speranze di due eterni innocenti: Gesù di Nazareth e Pinocchio.

Sabato 18 maggio al Teatro al Parco dalle ore 14 sarà possibile visitare lo stand di Charta 2020, una “Carta dei Beni Pubblici Europei” già presentata al Parlamento Europeo e alla Sala Stampa della Camera dei Deputati. Dalle ore 16 saranno attivi il mercatino dei libri a cura di Chourmo e la mostra degli elaborati realizzati nei Workshop, la mostra fotografica itinerante “Perilous Hope” di e con Neal McQeen.

Alle 16.30 si svolgerà l’agora “Libertà e Giustizia per l’Europa”, con Sergio Labate, Elisabetta Rubini, Fabrizio Tonello, Carlo Varotti alla quale alle ore 18 seguirà “Utopia Europa. La tua patria è il mondo intero” con Caterina Di Fazio, Eric Jozsef, Lorenzo Marsili, Nadia Urbinati.

La giornata si concluderà alle ore 21 con il concerto “Note senza patria” per pianoforte e voce e pianoforte solo, con Renata Orlandoni e Regina Maria Granda Vergas, su musiche di A. Schöenberg, O. Messiaen e A. Dvořák, a testimonianza di tre diverse condizioni che costringono ad abbandonare la patria: sfuggire le persecuzioni, essere imprigionati, non avere una patria per cultura.

E sarà sempre la musica ad aprire la giornata di domenica 19 maggio alle ore 11.30 al Palazzo del Governatore con il concerto per voce e chitarra “Canzoni dall’esilio The divan of Moses-Ibn-Ezra” di M. Castelnuovo- Tedesco, con Giuseppe Prete e Regina Maria Granda Vergas.

Alle ore 14 saranno presentate le attività laboratoriali con interventi dei partecipanti ai workshop grafica, inclusione, università, scuola, teatro, musica, cinema e dei responsabili Giulia Bacchini, Sofia Bacchini, Caterina Di Fazio, Francesca Di Fazio, Renata Orlandoni, Carlo Ugolotti.

Alle ore 15 l’agora “Culture cosmopolite. Migrazioni e itinerari transnazionali” con David Adler, Beppe Caccia, Mattia Ciampicacigli, Andrea Costa, Satvinder Juss, Virginie Lefèvre, Anita Likmeta, Titus Molkenbur, Simone Oggionni, Alessandra Sciurba, Tommaso Visone.

Le agora sono moderate da Caterina Di Fazio con traduzione simultanea di Aileen Valca.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares