8 marzo LE DONNE DEL FITNESS SALGONO SUI TACCHI E DICONO NO ALLA VIOLENZA

Antonella Lizza –  campionessa del mondo di bodybuilding 2018 – che sta curando il progetto “Non Voglio Violenza”   dice “è importante che parliamo di  violenza ora che siamo vicino all’8 marzo, ma è importante che  l’attenzione ai problemi delle Donne non si concentri solo nelle date 8 marzo e 25 novembre”.

Antonella nasce e vive a Roma,   pioniera del bodybuilding e fitness in Italia, ha iniziato a gareggiare nel 1983, in una lunghissima carriera che la vede oggi a 55 anni detentrice di ben 15 titoli tra Miss Mondo e Miss Universo, l’ultimi due  vinti a ottobre 2018 insieme al premio per la miglior routine fitness ginnica .

All’avanguardia come insegnante e come formatrice sportiva,  a cavallo tra il 2011 e 2012 ha iniziato a svolgere i corsi e stage di “Ginnastica Sui Tacchi” e “Fashion Gym”: un misto di lezioni di portamento, esercizi per gambe e glutei, coreografie, sfilate e infine le lezioni per imparare le pose delle modelle di fitness (le Miss Bikini).  Durante questi corsi è nato il calendario e il progetto Non Voglio Violenza: “Abbiamo iniziato a pensare a questo messaggio in sordina, quasi casualmente, mentre si praticava sport e si preparava una gara. E’ bastato che una delle ragazze parlasse della  sua triste esperienza e si è rotto il muro del silenzio;  scoprendo che tantissime donne vicino a noi erano  vittime di violenza, non solo fisica, ma spesso psicologica.”
Il risultato un sito e calendario on line dove in una sezione  possiamo ammirare alcune  testimonial in posa (ragazze a dire il vero che vanno dai 25 ai 70 anni!) ; e in altre sezioni leggere varie testimonianze. Nella pagina “pensieri” diwww.nonvoglioviolenza.it  si può lasciare una frase, un commento, una segnalazione, un racconto anche rigorosamente in incognito.

Dice sempre Antonella: “Sono due i messaggi importanti. Il primo che dietro a una donna che si mette in bikini per fare gare  o cura il corpo non c’è per forza una persona frivola, che pensa solo all’estetica o non ha altro da fare. Il secondo che La palestra, il fitness, per molte donne è uno spazio importante che può dedicare a Sé e che ha una funzione a volte esistenziale ,  un aiuto concreto, spesso riuscendo lì  dove terapie psicologiche o interventi strutturati non riescono”.

A quanto pare queste lezioni sui tacchi divertono e attirano donne di varie età;  si dimostrano efficaci non solo come forma di attività motoria alternativa alla tradizionale palestra ma anche come momento di aggregazione al femminile e attività terapeutica  se confermiamo l’idea che il rapporto tra il nostro corpo e la nostra mente è inscindibile  e  decorre in entrambe le direzioni.
Pare infatti – da uno studio del 2009, pubblicato sul European Journal of Social Psychology da un team di scienziati cognitivisti – che  la postura che assumiamo condiziona ciò che pensiamo di noi e può influenzare la fiducia che abbiamo nelle nostre capacità; esempio: chi è sicuro di se cammina a spalle aperte e capo in alto, viceversa imparare a assumere questa camminata fa crescere l’autostima. Inoltre, il modo in cui sviluppiamo e organizziamo i nostri muscoli incide fortemente sul nostro umore fino a innescare pensieri positivi o negativi.
Quindi qualunque donna può ritrovare consapevolezza, rafforzare l’autostima , armonizzare energie interiori e la fatica quotidiana vivendo questi stage di Ginnastica Sui Tacchi  con le pose e lo spirito di una Star delle passerelle di fitness.

Conclude la nostra Campionessa: “si parla tanto di Resilienza, che sia un manubrio o un tacco a spillo non importa, l’essenziale è che durante il cammino si ritrovi il sorriso”.

PER SAPERNE DI PIU’

www.nonvoglioviolenza.it

www.antonellalizza.it

http://www.antonellalizza.it/9-articles/29-ginnastica-sui-tacchi.html

https://www.facebook.com/groups/610496789100071/

https://www.youtube.com/watch?v=RENUMjZpc44&t=7s

https://www.youtube.com/watch?v=GenjsT5P-cw&t=82s

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares