Currently Browsing: Valerio Bastianelli

Dall’Argentina a Israele, da Mosca a Torino: vita di Arrigo Levi

A un certo punto, nel corso della sua ultima e lunga degenza in ospedale, Arrigo Levi aveva capito come la fine si stesse avvicinando. Pare che si sia messo a intonare dapprima l’inno di Israele, per il quale aveva combattuto, e successivamente una filastrocca caratteristica di Modena, la sua città d’origine. Una volta tornato nella […]

CONTINUA A LEGGERE

Come reagisce il turismo romano alla crisi? Il caso Saint Regis

Non è un bel periodo per viaggiare: i casi di COVID-19 stanno vedendo una nuova, forte impennata dopo che il caldo di agosto ha visto saltare tutte le inibizioni della quarantena invernale, vuoi per insofferenza o per irresponsabilità. Non sarebbe una sorpresa se, compatibilmente con questa nuova curva ascendente nelle infezioni, le autorità decidessero di […]

CONTINUA A LEGGERE

“Laghezza SpA: la realtà italiana che resiste alla crisi”

“Laghezza SpA: la realtà italiana che resiste alla crisi” Una delle realtà italiane di successo nel settore dei trasporti e della logistica è Laghezza SpA. Fondata negli anni Ottanta da Ino Ratti e Francesco Laghezza come “Ratti-Laghezza”, è oggi gestita dal commercialista Alessandro Laghezza e gode di un’esperienza trentennale negli ambiti di trasporto, logistica e assistenza doganale su […]

CONTINUA A LEGGERE

Roma splende nella notte: la nuova illuminazione dei beni culturali

Sia fatta la luce: la Capitale torna a splendere nei suoi punti focali, non senza l’aiuto di una proficua collaborazione tra Acea, Dipartimento Simu e il Comune di Roma Capitale. Nel corso dell’ultimo mese, si sono progressivamente visti i frutti di un piano volto all’illuminazione artistica dei landmark culturali di Roma. Un’idea sviluppata non solo […]

CONTINUA A LEGGERE

Aielli, il borgo marsicano che non vuole “morire”

Nel pieno del territorio della Marsica, in Abruzzo, c’è un piccolo paese che si rifiuta di fare la “fine” che, nei tempi moderni, sembra toccare a ogni antico borgo. Si tratta di Aielli, una comunità di millequattrocentosessantanove anime – stando ai dati del 2019 – che si trova a poco più di cento chilometri da […]

CONTINUA A LEGGERE

Genova: dopo due anni, inaugurato il Ponte San Giorgio

Sono passati due anni quasi esatti da quel terribile 14 agosto del 2018, quando un intenso nubifragio riuscì a buttare giù uno dei simboli architetturali del dopoguerra e del boom economico, il Ponte Morandi. Ci sono voluti due anni, ma oggi l’Italia può finalmente inaugurare il nuovo ponte, denominato San Giorgio, e commemorare le vittime […]

CONTINUA A LEGGERE

40 anni dalla Strage di Bologna e la difficoltà nell’indicare un colpevole

A Bologna, il 2 agosto del 1980, la storia d’Italia è cambiata per sempre. L’attentato di matrice neofascista, che costò la vita a ottantacinque persone e ne lasciò altre duecento ferite, non fu certo l’unico episodio caratterizzante i terribili anni di piombo. Basti pensare che, nel periodo storico che va dal ’68 all’’88, addirittura quattrocentoventotto […]

CONTINUA A LEGGERE

Le Marche e la pandemia, a 500 anni dalla morte di Raffaello

Un’estate 2020 forse sfortunata, quella delle Marche: all’inizio dell’anno, nessuno si sarebbe potuto aspettare che il cinquecentenario dalla morte di Raffaello Sanzio sarebbe coinciso con l’avvento di una terribile pandemia virale e un lockdown di intere nazioni. Ma così purtroppo è stato, nonostante gli attenti preparativi che in regione si operavano in attesa del grande […]

CONTINUA A LEGGERE

Ventiquattro rose, un amore

Come si descrive un amore? Come è possibile dare una sfumatura diversa, ciascuna con un suo profumo e una sua differente entità, a un sentimento che per sua natura è dotato di mille sfaccettature, mai realmente intelligibili data la passione travolgente caratteristica dello stesso, passione che obnubila l’intelletto? Con ventiquattro rose. Questa è la risposta […]

CONTINUA A LEGGERE

Trump in calo, ma basterà a Biden per batterlo?

Donald J. Trump non è lo stesso di quattro anni fa. Oggi, a quasi un mandato di distanza dall’inaspettata elezione del 2016, gli Stati Uniti d’America che il magnate newyorchese si lascia dietro sono molto diversi. E, agli occhi dei cittadini d’oltreoceano, anche lui lo è. Fino a gennaio, ci saremmo potuti attendere che l’America […]

CONTINUA A LEGGERE