Currently Browsing: Laura Caldara

Il Lambrusco e le sue varietà sulle tavole di tutto il mondo

Il Lambrusco è la dimostrazione evidente di quanto ogni vino sia profondamente legato alla morfologia, alle tradizioni e alle usanze del proprio territorio, costituendone la sua espressione più autentica: frizzante, conviviale e vivace. Questo nettare delizioso dalla storia antica e dal vitigno selvatico (la “Labrusca vitis”), è il ritratto dell’Emilia, la regione in cui è […]

CONTINUA A LEGGERE

Lambrusco di Modena: un’esperienza emozionale da provare almeno una volta nella vita

Che l’immagine del Lambrusco negli ultimi anni sia notevolmente cresciuta è un dato di fatto. A dirlo titoli come: “Lambrusco roba da Cru” (Vini), “La magia del lambrusco di Modena” (Il Mio Vino), “La rivincita del lambrusco” (Largo Consumo), “La simpatia del Lambrusco” (Terre del Vino), “Sorprendente Lambrusco” (Verde Oggi), Il rinascimento del Lambrusco” (infoLine), […]

CONTINUA A LEGGERE

Unicità e diversità tutto in un solo vino: il Lambrusco

Unico solo nel genere ma, non nella pluralità di caratteristiche che lo contraddistinguono e che rendono questo vino una sinfonia di note musicali. Riferendoci al Lambrusco possiamo capire meglio, al di là della semantica, come le molteplici peculiarità che lo denotano, possano riunirsi e definire un’unica identità. Già solo l’origine stessa del termine “Lambrusco” si […]

CONTINUA A LEGGERE

Quando gastronomia e Lambrusco si incontrano non può che essere amore allo stato puro.

È principalmente rosso rubino, scuro con riflessi brillanti, dal profumo intenso, fruttato con sentori che ricordano anche quelli dell’uva, ma può anche essere amabile, frizzante, chiaro e morbido, dal retrogusto che sa di frutti di bosco e lamponi, lasciando in bocca una sensazione fresca e dolce. Stiamo parlando del Lambrusco, un vino versatile dal carattere […]

CONTINUA A LEGGERE

C’era una volta un vinello tanto decantato da poeti e musicisti: il Lambrusco

C’era una volta un vinello, sincero, esuberante e gioioso, tanto decantato da scrittori, poeti, musicisti. Nelle loro opere, versi, note, ne esaltano il gusto e ne glorificano la Vitis. “Non sa ella, signora Contessa, che Domineddio fece apposta il Lambrusco per annaffiare la carne dell’animale caro ad Antonio Abate? E io, per glorificare Dio e […]

CONTINUA A LEGGERE

L’etica non può essere gestita da algoritmi: siamo essere umani non numeri

A 60 anni, il “villaggio globale” è in crisi. Papa Francesco avverte: “La connessione digitale non basta per gettare ponti, non è in grado di unire l’umanità”. Considerando la disinformazione e l’odio sui social, la magia della tecnologia in grado di annullare le distanze di spazio e di tempo non può più essere vista in […]

CONTINUA A LEGGERE

“Governare la società del dopo Covid attraverso la comprensione di un nuovo pensiero politico” Una sola parola ‘Ricominciare’: una parola che invita a riflettere.

E’ fuor di dubbio che nel bel mezzo di una pandemia, senza precedenti, diventa prioritario rimboccarsi le maniche per trovare le giuste strategie e gli strumenti più efficaci ad una celere riorganizzazione del Paese. Scelte da adottare con criterio ed intelligenza, il cui percorso dipenderà in gran parte dal tipo di politiche che il Paese […]

CONTINUA A LEGGERE

Una nuova libertà I nuovi profeti del paradiso sulla terra

“Il primo grado della saggezza è sapere tacere; il secondo è saper parlare poco e moderarsi nel discorso…” . L’Abate Dinouart, nel suo trattato, pubblicato a Parigi nel 1771, “L’arte di tacere” (l’art de se taire), scrive di silenzio e del silenzio. E penso proprio che ci abitueremo al silenzio del nuovo Presidente del Consiglio, […]

CONTINUA A LEGGERE

La corsa al Quirinale: i nomi in lizza e il nodo di governo

Il 3 febbraio 2022 scade il mandato del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, eletto il 31 gennaio 2015, al quarto scrutinio con 665 voti. A poche battute d’arresto, prima di eleggere il suo successore, le voci dei candidati più gettonati, nei corridoi del Parlamento non sono più un semplice sussurro ma si fanno sempre più […]

CONTINUA A LEGGERE

Oltre il Recovery Plan Per cambiare l’Italia devono cambiare gli italiani

Duecento quarantotto miliardi complessivi, sei missioni, riforme strutturali per un Paese che ancora soffre, messo in ginocchio da una pandemia che continua a far crescere ansie e timori di un futuro incerto. Tanti buoni propositi per raggiungere un solo obiettivo. Far uscire l’italia il prima possibile da questo incubo. Ma sarà davvero così facile uscirne […]

CONTINUA A LEGGERE