Currently Browsing: Francesco Luigi Gallo

L’autismo come laboratorio di idee Invito alla lettura

L’autismo come laboratorio di idee Invito alla lettura In questo articolo non inviterò i lettori all’acquisto di un mero libro autobiografico. Questo invito è di un genere diverso. Il libro in questione (Federico De Rosa, Quello che non ho mai detto. Io, il mio autismo e ciò in cui credo, San Paolo, Milano, 2014) è […]

CONTINUA A LEGGERE

Le eccellenze del Sud. Intervista al dott. Francesco Guarascio

Comincia oggi, con l’intervista al giovane orgoglio cosentino dott. Francesco Guarascio, la serie di incontri che mi propongo di presentare alla platea di lettori della Rivista nell’intento di restituire un quadro vivido e chiaro del fermento culturale dell’Atene della Calabria. Colgo dunque l’occasione dell’eccellente risultato appena conseguito al concorso nazionale di accesso alla carriera diplomatica […]

CONTINUA A LEGGERE

Sulle celebrazione di San Tommaso D’Aquino

Oggi la Chiesa cattolica celebra uno dei suoi pilastri, san Tommaso d’Aquino (1225-1274). Per questa rivista ho già dedicato un contributo all’Aquinate, esponendo sinteticamente la sua concezione della fede. Ora vorrei soltanto limitarmi ad invitare il lettore paziente e curioso ad una lettura non integrale (dato che la produzione del Dottore Angelico è tanto sterminata […]

CONTINUA A LEGGERE

Invito alla lettura del libro “La psicologia del Noi”

L’ultimo libro del noto psichiatra Vittorino Andreoli s’intitola “La psicologia del Noi. Oltre la dimensione dell’Io” (Rizzoli, novembre 2021, 120 pp.). Il prof. Andreoli non ha certo bisogno di grandi presentazioni. La sua attività di psichiatra, resa celebre dagli interventi pubblici sui casi di cronaca più drammatici e inquietanti (mi limito a ricordare qui la […]

CONTINUA A LEGGERE

Tre riflessioni a partire dalla Cura della follia di Bosch

La Cura della follia (oppure Estrazione della pietra della follia, 48×35, Museo del Prado, Madrid) è un celebre dipinto di Hieronymus Bosch risalente con ogni probabilità al 1494. Si tratta di una delle opere d’arte a me più care e che sicuramente riveste una grande importanza per la valenza simbolica che, oggi più che mai, […]

CONTINUA A LEGGERE

Una riflessione sul Vampiro di Edvard Munch

«L’esperienza dell’amore mina sempre la nostra identità rendendoci mancanti. Destabilizza la nostra autosufficienza rendendoci dipendenti dall’Altro: non ti amo perché mi manchi, ma mi manchi perché ti amo» (Massimo Recalcati, Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull’amore, Feltrinelli, Milano, 2021, p. 89). L’immagine mostra uno dei capolavori di Edvard Munch conosciuto come la Donna vampiro o […]

CONTINUA A LEGGERE

Sul “Manifesto per la salute mentale”

Ripropongo ancora una volta un tema tanto attuale quanto urgente e fondamentale sul quale è necessario continuare a riflettere criticamente: la salute mentale. Poco più di tre settimane fa, esattamente il 4 dicembre, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, che ho avuto l’onore di frequentare attivamente prima dell’emergenza sanitaria, ha promosso e ospitato […]

CONTINUA A LEGGERE

Il caso di Greta. Psicopatia del nostro tempo

Ciò che è accaduto alla giornalista Greta Beccaglia qualche settimana fa, dopo la partita Empoli-Fiorentina, non ha bisogno di essere nuovamente raccontato. La notizia, com’è giusto che sia un tempo iperconnesso come il nostro, ha immediatamente fatto il giro del web ponendosi sotto i riflettori dell’opinione pubblica. Per poter intendere il significato ultimo di simili […]

CONTINUA A LEGGERE

Subire o scegliere la propria psicoterapia?

La scelta di una psicoterapia non dovrebbe mai essere casuale. In effetti la preferenza del nostro terapeuta dovrebbe innanzitutto prescindere dai giudizi positivi e negativi dei pazienti (nostri conoscenti, amici o familiari) che lo hanno frequentato e da tutte le altre questioni più o meno interessanti che potrebbero intervenire nel nostro processo decisionale. Un’adeguata valutazione […]

CONTINUA A LEGGERE

LA realizzazione di sé Γένοιο οἷος εἷ. Divieni ciò che sei.

Nell’Etica Nicomachea (I,8) ARISTOTELE suddivise i beni della vita umana in: beni esterni, beni dell’anima e beni del corpo. Sulla sua scia, SCHOPENHAUER apportò alcune modifiche concettuali alla tripartizione aristotelica: 1) Ciò che uno è: vale a dire la personalità, nel senso più ampio del termine. Rientrano in questa categoria la salute, la forza, la […]

CONTINUA A LEGGERE