Ultimo weekend a Roma per la mostra World Press Photo

World Press Photo è la mostra ideata dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam che dal 1955 premia i migliori scatti di foto-reporter internazionali e negli anni è diventato uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del fotogiornalismo.

Dal 24 Aprile 2019 la mostra, in cui sono esposte alcune delle 78,801 foto presentate al concorso, è stata istallata a Roma, in prima assoluta nazionale, al Palazzo delle Esposizioni, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla crescita culturale e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo e 10bphotography. Quello dal 24 al 26 maggio 2019 sarà però l’ultimo weekend disponibile per visitarla.

L’esposizione ospita le 140 foto finaliste del contest, tutte hanno l’obiettivo di documentare non solo i fatti accaduti durante l’anno, ma le storie che si celano dietro di essi. Immagini che raccontano la complessità e le mille sfaccettature del mondo contemporaneo e che sono in grado di avere un enorme impatto visivo ed emozionale sullo spettatore.

Quest’anno, ad aggiudicarsi il prestigioso premio, tra i 4783 fotografi che hanno presentato le loro opere, è stato il foto-reporter John Moore con il suo scatto Crying Girl on the border. La foto ritrae una bambina honduregna che piange mentre degli agenti della polizia di frontiera statunitense arrestano lei e la madre in Texas, il 12 giugno 2018. John Moore, senior photographer di Getty Images, si occupa ormai da anni di immigrazione e sicurezza dei confini e si è detto onorato del riconoscimento datogli dalla World Press Photo Foundation.

Francesca Zizola, direttrice creativa di 10bPhotography e vincitrice del premio nel 1996, ha commentato lo scatto dicendo “Un’immagine capace di sintetizzare in una frazione di secondo la disumanizzazione di certa politica miope di fronte alle grandi sfide del nostro tempo. Un’immagine diventata ‘virale’ subito dopo la sua prima pubblicazione e che ha saputo rappresentare più di mille parole la critica all’attuale politica di Trump all’immigrazione”.

La mostra in corso al Palazzo delle Esposizioni, dunque, offre moltissimi spunti di riflessione per i visitatori: le foto esposte raccontano tante storie diverse e si concentrano su molti ambiti della contemporaneità. Dal problema migratorio, alla lotta ai cambiamenti climatici, alle cosiddette “general news”, alle condizioni di guerra e povertà in cui versa parte della popolazione mondiale.

Il prossimo weekend sarà quindi l’ultima occasione disponibile per i visitatori romani di scoprire queste storie ed esplorare mondi lontani grazie alla potenza visiva degli scatti.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares