Theodora Onlus: una mamma per tutti, una carezza per ciascun bambino.

Paul Valéry, scrittore e poeta francese affermava:”In principio era la Favola. E vi sarà sempre”.

Una favola per deliziare, una favola per raccontare, una favola per vivere: questo lo spirito della Fondazione Theodora Onlus, con i suoi Dottor Sogni che da 25 anni, mette a disposizione il proprio gruppo di lavoro e la propria empatia, per donare un sorriso, per donare un presente, per donare un sì.

La Fondazione sorta nel 1995, presente in Svizzera, dove è nata, e in Italia, Francia, Inghilterra, Spagna, Bielorussia, Turchia, Honk Kong; nel nostro Paese, sotto il coordinamento artistico, del dott. Pier Giorgio Vimercati,   è attiva in 17 ospedali di 11 città  (Roma, Milano, Torino, Monza,Pavia, Bologna, Genova, La Spezia, Livorno, Napoli, Padova), con l’intento e con la missione di affiancare gruppi di medici e infermieri in reparti perdiatrici, nel delicato mondo infantile, portando e regalando attimi di gioco e svago, spruzzi di arcobaleno, in momenti particolare della vita sia dei  pargoli che delle loro famiglie.

Il personale di Theodora Onlus accuratamente scelto, è formato per operare nei reparti  pediatrici ad alta complessità e costantemente aggiornato e guidato da un counselling psicologico;  artisti professionisti provenienti da diversi ambienti, con alle spalle formazioni teatrali, di spettacolo, e non solo, persone studiose, volenterose ma soprattutto essere umani, con il bagaglio del loro essere, del loro vissuto, che divengono anche loro bimbi, si mettono al pari del loro prossimo, con delicatezza e candore, e ascoltano,  donano, ricevono e regalano un sorriso, una favola, un racconto ma soprattutto una parte di se stessi.

Un bimbo adulto, un bimbo che gioca a fare il dottore, e che si diverte con i suoi compagni di avventura, dove in  quattro mura si dialoga e ci si sente come al Luna Park, è Antonio Panella che con la sua bacchetta magica diviene il dott Pelosone, amico di ilarità, compagno di allegria, cardiologo di amore, e di calore. Dal 2002 Antonio nelle corsie degli ospedali liguri e non solo, ha disegnato con delicatezza, il suo personaggio: un medico -cantastorie barbuto, occhialuto e con due peluche sempre in tasca.

I Dottor Sogni sono un mezzo, un viatico per arrivare,  bussando delicatamente alla porta, alias all’animo del bambino  che si trova lì non per sua scelta, rispettando quelli che possono essere i  colori scuri e umbratili, e cercando di portare almeno uno spicchio di sole e una pennellata di gioia e vita.

A seguito dell’emergenza Covid, la Fondazione ha pensato ai suoi pazienti conl’iniziativa “favole al telefono”che riprende i racconti del 1962  dal grande paroliere Gianni Rodari,  favole della buonanotte che con lo strumento del telefono, e il filo della voce, legano cuore e cuore, anima e anima, paziente e dottore.

Diceva Gianni Rodari: “La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi; essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo”.

Un mondo che oggi la Fondazione Theodora Onlus rende più vivo, più tangibile, più presente  e, perchè no più gioioso, giocando divertendosi, giocando vivendo; il risultato è alla fine un sorriso, il sorriso di un bambino che si trasforma in un angolo di paradiso pronto ad accogliere la bellezza del mondo.

 

 

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares