“Una promessa al cuore” in scena al Teatro Porta Portese di Roma: tante risate ma anche spunti di riflessione

L’11 e il 12 marzo al Teatro Porta Portese di Roma è andata in scena la commedia “Una promessa al cuore”, scritta e diretta da Alessandro Martorelli su commissione dell’AIDO – Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule – con protagonisti Antonio Pellegrini, Cristina Bigiarelli e Alessandro Martorelli, nella triplice veste di autore, regista e attore.

Lo spettacolo racconta la vicenda di Alice e Valerio, due ragazzi agli inizi di una frequentazione che decidono di trascorrere una serata a casa di lei. La cena si svolge all’insegna di risate e tenerezze, con una buona dose di imbarazzo tra i due e non senza una certa paura – da parte soprattutto di Alice – per un passato che sembra ancora scuotere profondamente la ragazza. L’atmosfera romantica viene però bruscamente interrotta da Manuel, il dirimpettaio della protagonista, che con la sua stravaganza è intenzionato non solo a far naufragare l’appuntamento galante ma a separare definitivamente Valerio e Alice. In un susseguirsi di episodi surreali che fanno perdere allo spettatore aderenza con la realtà nonché la possibilità di prevedere l’epilogo della storia, lo spettacolo riesce a catturare l’attenzione del pubblico, unito più che mai dalla brama di capire chi sia veramente Manuel e cosa voglia dai due giovani. La risposta sarà sorprendente tanto per Valerio quanto per gli spettatori, che difficilmente riusciranno a trattenere una lacrima durante gli applausi finali.

Tra scenette spassose e affatto pretenziose e un finale imprevedibile e commovente, “Una promessa al cuore” ha il merito di coinvolgere il pubblico dall’inizio alla fine, portando in scena una storia che – seppur nella sua leggerezza – tratta un tema sensibile e socialmente utile, inducendo gli astanti a riflettere sul valore ultimo della vita e ad apprezzarne ogni singolo giorno; già solo per questo, in effetti, lo spettacolo meriterebbe di essere visto.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 share