Gaza, lo scatto virale.

Gaza – La foto che sta spopolando in internet si intitola “13esimo tentativo di forzare il blocco di Gaza via mare”.

L’immagine è stata scattata dal fotografo Mustafa Hassouna, realizzata per l’agenzia turca Anadolu, e che in poco tempo ha fatto il giro dei social network di tutto il mondo.

Lo scatto in questione ritrae il giovane 20enne A’ed Abu Amro durante gli scontri per il blocco israeliano dello scorso 22 ottobre durante una manifestazione.

L’immagine diventata subito virale è stata commentata da molti utenti come molto simile al celebre dipinto del pittore francese Eugène Delacroix (Charenton-Saint-Maurice, 26 aprile 1798 – Parigi, 13 agosto 1863, considerato il principale esponente del movimento romantico del suo paese) intitolato “La Libertà che guida il popolo” (La Liberté guidant le peuple) e datato 1830.

Il dipinto in questione, conservato al Louvre di Parigi, raffigura tutte le classi sociali unite nella lotta contro l’oppressione, guidate dalla personificazione della Francia, Marianne, simbolo della Libertà, colta nel dipinto mentre avanza sicura sulla barricata, sventolando con la mano destra il Tricolore francese e impugnando con la sinistra la baionetta.

È raffigurata nel quadro a seno scoperto in una posa monumentale e impetuosa mentre esorta il popolo a seguirla e a ribellarsi contro la politica rivoluzionaria di Carlo X.

Il giovane manifestante fotografato Gaza a torso nudo è immortalato colto nell’attimo in cui scaglia la fionda, ha richiamato l’iconica posa della Libertà.

Intervistato il ragazzo racconta: «non sapevo nulla della foto, poi gli amici me l’hanno fatta vedere…per me questa bandiera è importante» e proseguendo «quello che noi reclamiamo è il nostro diritto di tornare nelle nostre terre, protestiamo per la nostra dignità e per la dignità della futura generazione».

A distanza di circa 200 anni la “Libertà” ha un’altra nuova immagine simbolo, passando dalla tela ad uno scatto.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares