Cineto Romano

Le nostre terre e i nostri borghi trasudano storia e bellezza, e Cineto Romano non è da meno. Si tratta di un piccolo comune nel Lazio appartenente al parco dei monti Lucretili poco più avanti l’uscita di Vicovaro sulla Roma-l ’Aquila. Il borgo, grazie al lavoro di alcuni residenti, sta vivendo una vera e propria rinascita:

è stato aperto il “sentiero Coleman” percorso di pochi kilometri che permette di visitare le cascate di rioscuro riproponendo quegli stessi paesaggi che lo stesso Coleman, il famoso acquarellista, vide e dipinse con il suo pennello.

È stato scoperto un mulino risalente al 1700, e che in questo periodo è soggetto a dei lavori di messa in sicurezza per permettere le viabilità.

Sono state trovate ben due file di mura poligonali lunghe circa 70 Metri l’una attribuibili al popolo degli equi, la popolazione che prima dei romani occupava quei luoghi. Si tratta di un ritrovamento di grande interesse archeologico vista la carenza di siti appartenenti a quel periodo.

Al centro del paese, è presente un castello risalente a circa il 1000 A.C. e che ha subito molte trasformazioni nel corso dei secoli: le guglie risalgono ad inizio 900, quando il proprietario, a quel tempo, decise che il castello non era abbastanza “medievale” e sulla base dell’immaginario comune del tipico castello di quegli anni (a cui non apparteneva) decise di inserirle. L’intervento più invasivo è stato però quello che l’ha convertito in abitazione.

Cineto, durante il mese di agosto vive un periodo di festa chiamato banalmente “agosto cinetese”, con feste, eventi e concerti.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares