Alice Padovani. Impulso creativo e rigore scientifico rendono reali anche i mondi interiori.

Da dove nasce la passione per l’arte? Domanda molto più complessa di quello che sembra, forse addirittura malposta. “Più che passione, la parola giusta è vocazione” ci svela Alice Padovani, artista multiforme dai mille talenti. Un misto di gioie e patimenti innati al mestiere, pulsioni spontanee o inconscie, canalizzate attraverso se stessi. Non esiste un momento in cui si decide di fare l’artista. L’arte è già lì, nel mondo dentro di noi.

Alice intraprende un percorso esperienze formative fin dalla più tenera età. Nonostante le prospettive incerte, i famigliari assecondano con fiducia la sua vocazione, la accompagnano in mostre e gallerie, le permettono di approcciare i più diversi ambiti dell’arte. Laureata in Filosofia e Arti Visive, grazie alla sua insaziabile curiosità sperimenta di continuo nuove tecniche, materiali e linguaggi espressivi. Dal disegno alle performance teatrali, dalla regia alle installazioni, nulla sembra essere fuori dalla sua portata. A guidarla, l’urgenza di dare vita reale ai suoi mondi immaginari.

La ricerca di Alice Padovani è una continua lotta tra meraviglia e repulsione, osservate con lo spirito classificatorio proprio di un tassonomista. Le sue opere mostrano frammenti decontestualizzati di realtà, in cui il senso di ogni oggetto cambia in base allo sguardo che lo analizza. Un alfabeto naturale e personale, in cui i singoli grafemi hanno un significato, ma formano storie intere quando compresi nell’insieme.

I numerosi progetti dell’artista sono in continua genesi ed evoluzione. Opere e installazioni continuano a viaggiare tra gallerie ed eventi in Italia e nel mondo, offrendo uno spiraglio di meraviglia sulla sua interiorità.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares