Il Sereno Lago di Como: uscire dall’ordinario e vivere un’esperienza unica, indimenticabile

Il Sereno lago di Como, l’Hotel 5 stelle lusso inaugurato nell’agosto 2016, ha salutato l’inizio della primavera 2022, festeggiando la sua riapertura il 24 marzo scorso. Il pluripremiato Resort di lusso che ha chiuso la stagione 2021, dopo essersi aggiudicato la prima posizione nella classifica degli Hotel e Resort italiani del World’s Best Awards di Interior Design Magazine è pronto ad accogliere gli ospiti nei suoi spazi esclusivi. Questo gioiellino di architettura moderna sugella l’atto di amore tra il Gruppo proprietario di Sereno Hotels di Luis Contreas e l’architetta spagnola Patricia Urquiola, offrendo un’esperienza unica di bellezza, l’emozione di immergersi nella contemplazione del paesaggio naturale circostante godendo di momenti di puro e vero relax. Il Sereno lago di Como inaugura un nuovo concept dell’ospitalità dove il design che è coprotagonista, si fonde con l’ambiente naturale, e restituisce ai nostri occhi la visione armonica di una bellezza che rinfranca l’animo e custodisce, impreziosendola di attimi indimenticabili, ogni volta una storia diversa, quante le esperienze dei viaggiatori. Il Sereno è la terza proprietà di Sereno Hotels, dopo Le Sereno, St.Barths e Villa Pliniana, la storica residenza posizionata sempre a Torno, a circa 1 km da Il Sereno. Il Lago di Como si è fin da subito imposto come luogo d’elezione per inaugurare la prima avventura del Gruppo. Il DNA della struttura è decisamente contemporaneo, esaltato dalla sobrietà dei complementi d’arredo. Il contrasto con la tradizionale classicità presente sul lago è evidente. L’architetta e designer spagnola Patricia Urquiola non ha lasciato nulla al caso, curando nei minimi particolari tutti i dettagli, ogni aspetto della struttura: dall’architettura agli interni, inclusi i mobili su misura, senza tralasciare la scelta personale dei tappeti, i tessuti dei rivestimenti interni, le lampade e le vasche da bagno. Ampie aree longue integrano gli ambienti interni con lo scenografico spettacolo, cangiante e mutevole della natura esterna, accogliendo gli ospiti in un Eden senza limiti netti. L’architetta Urquiola ha reinterpretato il razionalismo della Casa del Fascio di Giuseppe Terragni, caratterizzando la facciata con la medesima scansione ritmica, declinata diversamente in forza della propria cifra stilistica che abbraccia gli elementi naturali e con sapienza li utilizza e piega ai suoi fini. L’edificio che si erige sui resti dell’Hotel Villa Flora di cui conserva il muraglione di base, è naturalmente inserito nell’incantevole cornice del lago di Como, cullato dalle Alpi, è caratterizzato da sette livelli, di cui due interrati; ospita 30 suite per una superficie complessiva di 3.500 mq. Il lusso senza ostentare. Il rivestimento della facciata esterna è realizzato in Ceppo di Grè, mentre un giardino verticale opera del biologo francese Patrick Blanc completa il lato nord, con vista sul lago. I colori naturali del legno risaltano anche dal sistema verticale delle schermature solari che offrono la

possibilità di regolazione indipendente, contribuendo a creare nell’arco della giornata, l’aspetto sempre nuovo della facciata. L’Hotel è immerso in un giardino fronte lago ed è impreziosito dalla presenza di una suggestiva piscina a sfioro da 18 metri, un solarium ed una spiaggia privata. Al centro della hall primeggia la splendida scala in legno progettata dalla stessa Patricia Urquiola, un plus fortemente caratterizzante l’identità contemporanea dell’intero edificio. La scelta dell’architetta designer di utilizzare elementi e colori naturali in tutti gli ambienti interni esalta e rafforza il connubio con i cromatismi del lago di Como. Le 30 suite giocano su sobrie e calde tonalità del grigio, del noce con pennellate di blu e verde, i colori del paesaggio circostante. Ma la sinergia con l’ambiente non si ferma qui. Patricia Urquiola sceglie di affidarsi ad una delle eccellenze del luogo: il lago di Como vanta una tradizione secolare nella produzione della seta pregiata, e firma una linea di sciarpe, foulard realizzate localmente per le divise del personale. Una collezione personalizzata sarà invece dedicata unicamente agli ospiti. L’Hotel Sereno Lago di Como, offre quest’anno anche delle novità esclusive. La nuovissima Penthouse Suite, firmata Urquiola, la prima in Europa con pezzi di design shoppable. Già definita unanimemente una delle migliori suite al mondo, è venuta alla luce come coronamento dell’ispirazione della designer architetta che si è fatta incantare dal glamour italiano del dopoguerra, dagli anni de “La Dolce Vita”, dai designer italiani e dalle eccellenze comasche della seta. La realizzazione di questa suite esclusiva è stata affidata ai materiali locali, impiegati al meglio per far risaltare la straordinarietà del progetto che assicura un’esperienza unica. Le mura in pietra Verde Alpi sorreggono i soffitti in legno di noce Canaletto. Patricia Urquiola ha scelto per la pavimentazione interna la pietra locale Ceppo di Gre e per l’esterna del terrazzo, il marmo veneziano. Le sciarpe comasche anni ’50 e i motivi paesaggistici del lago di Como hanno influenzato la scelta dei tessuti interni. La Penthouse vuole essere un omaggio ai designer italiani e presenta una combinazione dei pezzi emblematici, realizzati su misura dall’architetta designer Urquiola. Sia l’elegante vasca Lariana e la poltrona Lud’o disegnata per Il Sereno sono inserite nei cataloghi Agape e Cappellini, insieme ai classici come la libreria Infinito di Franco Albini e la sedia leggera di Gio Ponti. Patricia Urquiola ha selezionato solo l’eccellenza. I pezzi di designer scelti sono stati disegnati da artisti del calibro di Gio Ponti, Vico Magistretti, Franco Albini, Charlotte Perirand e Carlo Scarpa.

Il design contemporaneo con l’utilizzo di materiali naturali crea un ambiente esclusivo ove lasciarsi ispirare e vivere esperienze di gusto uniche amplificate da una location suggestiva di incommensurabile bellezza. Di ritorno dalla proprietà gemella de Il Sereno a St.Barths, l’executive Chef Raffaele Lenzi per il quinto anno successivo delizierà il palato degli ospiti con i suoi menù premiati: Contrasti e Contraddizioni, Omaggio alla tradizione, Vegetali, Tuberi e Radici. Il Sereno Lobby Bar quest’anno introduce un nuovo menu di cocktail e mocktail ispirati al giardino

verticale dell’Hotel, progettato dal botanista francese Patricàk Blanc. Il nuovo approccio no-wast sboccia nel match azzeccatissimo di natura, stagionalità e sostenibilità. Nuovi accostamenti vegetali e floreali da sperimentare per esaltare le portate del menu degustazione dello Chef Raffaele Lenzi. Ne è un esempio Serenity il mix di acetosa, birra, riduzione di camomilla, lime, e frutto della passione da abbinare al minestrone di frutta e verdura.

Quest’anno è anche l’anno dell’Inglesina Experience. Gli ospiti de Il Sereno Lago di Como potranno godersi una gita romantica in barca e godere di un’esperienza indimenticabile. Cullati dalle placide acque del lago, a bordo di una bellissima barca a remi, costruita negli anni trenta sul Lago di Como per trasportare i turisti inglesi secondo i modelli delle imbarcazioni del Tamigi. A bordo dell’Inglesina che dopo essere stata usata in un Hotel di San Moritz per tre decenni e in altri laghi alpini, finalmente torna nei luoghi che l’hanno vista nascere, gli ospiti potranno gustare il menu del picnic di lusso, proposto dallo Chef Lenzi e conservato in un elegante cestino realizzato a mano dalla boutique milanese Larusmiani.

“Ringiovanimento al Lago” è il nuovo servizio, la coccola di lusso con cui Il Sereno desidera prendersi cura del benessere dei suoi ospiti, nella propria SPA realizzata da Patricia Urquiola. L’area relax esterna dispone di una piscina di 60 piedi a sfioro infinito, sospesa sull’acqua da cui godere di una vista unica e spettacolare del lago. Naturalmente sono presenti la sauna ed il bagno turco entrambi rifiniti da piastrelle italiane. I trattamenti benessere corpo e bellezza sono affidati a Valmont che con i suoi esclusivi ed efficaci cosmetici cellulari ispirati alla natura, offre agli ospiti la garanzia di qualità ed efficacia dei trattamenti. Nel trattamento di ringiovanimento vengono utilizzati i prodotti comaschi come l’olio d’oliva imbottigliato per l’Hotel e la lavanda coltivata nel giardino de Il Sereno. Un trattamento ultra idratante e rasserenante, vista Darsena che infonde benessere a 360 gradi, in una visione moderna che supera la dicotomia del corpo con l’anima, entità separate e contrapposte a favore di una ritrovata unità armonica di matrice orientale.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares