Roberto Rinaldini il pasticcere glamour

Nato a Rimini nel 1977,pasticcere di fama internazionale  lo stilista dell’ alta pasticceria. Il colpo di fulmine scatta guardando le immagini del Campionato del Mondo di Pasticceria a Stoccarda, su una nota rivista settoriale. Da quel momento, è stato un crescendo di trionfo e passione. L’ alta qualità delle materie prime e l’ originalità caratterizzano il suo stile, che si differenzia per le frequenti incursioni della moda , un mondo che ama e che lo ispira. Perchè la pasticceria è una branchia della moda, dalla quale Roberto ha rubato la cura per il dettaglio e la ricerca della perfezione. Il pluripremiato pasticcere, è stato il primo al mondo a creare collezioni di abiti e gioielli di zucchero, portati sulle passerelle del Giappone, Stati Uniti ed Emirati Arabi. Campione del Mondo di gelateria, Pasticcere dell’ anno ,durante il XX Simposio AMPI, Maestro AMPI, è entrato nella prestigiosa associazione francese che riunisce le eccellenze della cioccolateria ed alta pasticceria Le Relais Dessert. Sede storica della sua attività è Rimini, ma altre sedi di questo impero dell’ arte pasticcera artigianale italiana si trovano a Roma e a Milano. Fiore all’ occhiello della produzione di Rinaldini è la rivisitazione dei macaron francesi: i macaral. Meringhe morbide alle mandorle , con possibile variante di nocciola o pistacchio, ripiene di creme che ne contraddistinguono particolarmente il gusto. Un prodotto unico ideato dal pastry chef in occasione del Salone del Mobile di Milano del 2012. In tv come giudice del cooking show dedicato all’ arte della pasticceria, partecipa come concorrente ad un reality show giapponese di successo, è stato ideatore e presidente della Juniores Pastry World Cup, unico campionato mondiale a squadre per giovani pasticceri under 23, inventa anche un format dedicato ai bambini, una vera e propria scuola di pasticceria. I suoi libri ,insieme alle molteplici attività dimostrano il suo essere poliedrico ed incredibilmente versatile, una personalità talentuosa e dall’ indomita creatività.

Related Posts

di
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares