Moztri! Inno all’infanzia è l’ultimo appuntamento della rassegna A Teatro con mamma e papà di Gonzaga

Gran finale per la popolare manifestazione curata dal Teatro dell’Orsa: la Compagnia Luna e GNAC presenta la storia poetica e divertente di un bambino “difficile” che ama disegnare.

«Questa è la storia di Tobia, un bambino di poche parole, che ama stare solo e soprattutto che ama disegnare mostri. Ma è anche la storia dei suoi genitori, Cinzia e Augusto, che si disperano per il fatto di avere un figlio così difficile»: Michele Eynard e Federica Molteni della Compagnia bergamasca Luna e GNAC Teatro introducono Moztri! Inno all’infanzia, spettacolo di cui sono protagonisti che domenica 11 febbraio alle ore 16.30 sarà in scena al Teatro Comunale di Gonzaga, in provincia di Mantova, a chiusura della rassegna A teatro con mamma e papà, promossa dal Comune di Gonzaga in collaborazione con il Teatro dell’Orsa: un appuntamento molto atteso, che ormai da più di cinque anni rende più divertenti e colorate le domeniche d’inverno.

«Tobia è un bambino che non riesce a concentrarsi, che fatica a prendersi delle responsabilità e che vive delle sue fantasie. Un bambino con un “punteggio basso”, secondo gli standard educativi della maestra. Ma Tobia è anche un bambino ricco e pieno di risorse che, attraverso i suoi disegni, ci apre le porte del suo mondo interiore e ci mostra la meraviglia del suo immaginario» aggiunge la regista Carmen Pellegrinelli «Riuscirà Tobia a farsi capire dai grandi? Ci sono adulti che hanno voglia di ascoltare i sogni delle bambine e dei bambini? E come sarebbe il nostro mostro se Tobia ci mettesse una matita in mano?».

Lo spettacolo è dedicato alle bambine e ai bambini dai 5 anni di età e ai loro accompagnatori.

Il Teatro Comunale di Gonzaga (MN) si trova in Via Leone XIII, 5.

Ingresso euro 5.

Info e prenotazioni: 338 4280999, orsa@teatrodellorsa.com.

Ufficio stampa Teatro dell’Orsa

Michele Pascarella

346 4076164 michelepascarellateatro@gmail.com

Tag:

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares