Con la Costituzione nel cuore «La Resistenza, dunque, produsse la Costituzione»

Mercoledì 18 aprile esce in tutte le librerie, per la collana Le Palafitte delle Edizioni Gruppo Abele, Con la Costituzione nel cuore. Conversazioni su storia, memoria e politica, di Carlo Smuraglia con Francesco Campobello.

Carlo Smuraglia e Francesco Campobello presentano il libro in anteprima nazionale mercoledì 18 aprile nell’incontro organizzato da ANPI presso la sede nazionale di CGIL (Corso Italia 25, Roma). Con gli autori dialogano Giovanni Maria Flick, Isabella Insolvibile, Franco Ippolito e Carla Nespolo.

Resistenza e Costituzione

«Non è il mondo che ci aspettavamo ma continuiamo a combattere perché diventi il mondo che avevamo sognato» scrive Carlo Smuraglia nelle ultime battute del libro-intervista scritto con Francesco Campobello. Un racconto emozionante che ripercorre la sua storia personale, dalla militanza nella Resistenza fino al suo lavoro di avvocato e l’esperienza nel Consiglio superiore della magistratura. Nel dialogo con il giovane ricercatore emergono tutti gli elementi che portarono la Resistenza a diventare il substrato fertile su cui l’Assemblea Costituente costruì la Costituzione, antifascista e, per usare le parole dell’autore, «documento destinato a garantire la democrazia anche nei momenti più difficili: il faro che deve guidare il nostro cammino, nella vita pubblica e in quella privata». Carlo Smuraglia ci racconta un tassello di storia fondamentale per la nostra giovane Repubblica, per poi proiettarsi nel presente e nel futuro analizzando l’escalation dei nuovi fascismi in un’Europa sempre più razzista. Lo fa con gli occhi del professore universitario, punto di riferimento nel settore dei diritti e della salute dei lavoratori; gli occhi dell’uomo delle istituzioni, protagonista nelle assemblee locali, nel Consiglio superiore della magistratura, in Parlamento e, infine, dell’ANPI.

Contro tutti i fascismi

Una lunga storia di formazione e speranza, che inizia idealmente l’8 settembre del 1943 con l’Armistizio: «Si trattava di accettare la situazione come si presentava e finire con la Repubblica di Salò, oppure scegliere la libertà, ma a un prezzo non conosciuto, che cominciava con una sorta di clandestinità e sarebbe poi proseguito con un impegno nelle file partigiane». Dalle fila partigiane a quelle militari, per poi approdare all’Università e al mondo delle istituzioni, capitolo dopo capitolo Carlo Smuraglia, insieme a Francesco Campobello, si interroga sull’applicazione dei dettati costituzionali nell’Italia del presente: a settant’anni dalla sua promulgazione serve ancora un patriottismo costituzionale, con una Costituzione che va portata nel cuore, prima che in tasca. A concludere il volume, il racconto dell’esperienza come presidente di ANPI, di cui Smuraglia è stato presidente fino al 2017, e l’impegno costante contro vecchie e nuove forme di fascismo.

Gli autori

Carlo Smuraglia, avvocato e professore di diritto del lavoro, ha attraversato l’intera storia della Repubblica con ruoli di primo piano nella politica e nelle istituzioni. Dal 2011 al 2017 è stato alla guida dell’ANPI di cui è tuttora presidente emerito.

Francesco Campobello, assegnista di ricerca in Storia del diritto nel Dipartimento di Giurisprudenza di Torino, collabora con il Centro Gobetti. Attualmente cura il riordino dell’Archivio di Bianca Guidetti Serra.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares