“Fuori dall’arca”: sei storie per ingannare la morte Mirco Denicolò espone il suo ultimo lavoro ispirato al patriarca Noè alla Galleria della Molinella di Faenza (23 marzo – 8 aprile)

Fuori dall’arca di Mirco Denicolò a cura di Anna Maria Bernucci è il nuovo progetto espositivo presentato alla Galleria della Molinella di Faenza dal 23 marzo all’8 aprile 2018. Sei tavole in ceramica e un video che prendono ispirazione dalla storia biblica del patriarca Noè per riflettere sui temi del viaggio, della morte e delle eredità. Sei opere formate da piastre in ceramica che raccontano sei episodi: Noè cullato dagli animali, un sogno di Noè, le creature marine del Diluvio, Noè agricoltore, la dissoluzione del corpo di Noè e una passeggiata nei territori della morte.

L’artista da tempo lavora sul racconto. La materia ceramica, medium artistico mai abbandonato in tutta la sua carriera, a volte intersecato al video, diventa un semplice supporto sul quale raffigurare e graffiare storie che si sviluppano su più quadri come nelle strisce di un fumetto o come le predelle di un polittico d’altare. Sono immagini stilizzate e archetipiche che trasformano il racconto biblico in una fiaba poetica e sognata. L’artista è attratto dalla fragilità di Noè, dal fallimento del suo viaggio che non riesce comunque a ripristinare la pace. “È un patriarca che obbedisce e non si ribella, – spiega – porta alla fine il compito assegnatogli, e solo alla fine, si lamenta per la morte provocata dal diluvio e disobbedisce all’invito di ‘moltiplicarsi. Sono attratto dalla fragilità, per dirla con un maestro rabbino, dalla claudiancza, ho la sensazione che mi descriva’”.

 

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

38 shares