I GRANDI VINI ITALIANI DI LUCA MARONI – ECCELLENZE LOMBARDE –

Le Eccellennze Lombarde premiate sono state individuate per i Vini Bianchi, Rossi e Rosati/Spumanti.
Nella categoria Vini Bianchi sono stati premiati la Lugana Bio 2016 dell’azienda Perla del Garda, il Sauvignon 2016 della Casa Vinicola Natale Verga e la Malvasia Tasto di Seta 2016 del Castello di Luzzano. Per i Rossi sono stati premiati il Loghetto Ammandrolato 2016 della Agnes Fratelli, la Croatina IGP Pavia 2016 della Schenk Italia e il MIlle1 Rebo 2015 dell’Azienda Pratello. Per i Rosati, gli spumanti e Franciacorta sono stati premiati tra i Rosati Chiaretto il Vino di una notte 2016 dell’azienda Avanzi e la Mosca Rosa Sweet Wine 2016 della cantina Giorgi. Come migliori spumanti Lombardi sono stati premiati il Pinot Nero Doc Spumante Extra DRy Rosato Sa (senza annata) di Vanzini, il Blnac de Blancs MIllesimato 2016 della Ca’ D’or Franciacorta e Lessini Durello e come miglior Franciacorta dell’anno il Franciacorta Brut Nature sa (senza annata) della L’Ebù Franciacorta (casa vinicola appena nata: l’bù in Franciacorta vuol dire Buono!)). L’interesse dei presenti è andato subito anche alle sorti della vendemmia 2017 che, a causa del clima, rischia di mettere al rischio la quantità se non la qualità del raccolto.
Momento di spettacolo di grande interesse è stato il momento della presentazione da parte di Beatrice Panerai, famosa gallerista milanese, insieme a Luca Maroni e sua sorella Francesca Romana Maroni, dell’artista Riccardo Beretta che utilizza il legno come materia prima delle sue opere.
Luca Maroni, ispirato dal legno, ha ideato una degustazione inaspettata: un momento gustativo di grande fascino per i sensi ha infatti costituito la degustazione polimaterica in cui legni di differenti alberi sono respirati insieme alle essenze realizzate dalle mastre profumiere Ambra e Giorgia Martone e serviti insieme ad alcune dei vini premiati.
si ripete venerdì e sabato dalle 17.00 alle 24.00 (degustazione polimaterica alle 19.30).
Tag:

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares