“La coperta d’oro”

La storia di una famiglia è personale perchè riguarda i suoi componenti e una piccola cerchia di persone più o meno importanti; ma può diventare un racconto ‘collettivo’ di interesse pubblico quando si incastona nella storia di un paese, in un arco di tempo così importante per gli avvenimenti ed i cambiamenti avvenuti.

È questo il caso de “La coperta d’oro” di Carlo Andriuoli in cui le vicende della famiglia Passarella, dal 1861 al 1964 offrono uno spaccato di un secolo d’Italia, attraverso aneddoti a volte divertenti e a volte tragicamente tristi, ma sempre coinvolgenti ed interessanti. È un po’ come entrare nel vissuto di quella famiglia e farne parte, mentre il tempo trascorre inesorabile attraverso gli avvenimenti storici di quegli anni: l’Unità d’Italia, l’emigrazione e la questione meridionale, la Grande Guerra, le crisi economiche e le riprese fino agli anni ’60. E i personaggi ne raccontano la loro personale visione arricchendo di dettagli e affetti la storia italiana rendendo il lettore partecipe, come un membro della famiglia.

E le parole scorrono eleganti e semplici, colte ma umili, come quei canti popolari dai testi semplici ma dalla musica ricca di tanto passato e storia: ci suona in mente la musica di Ambrogio Sparagna, etnomusicologo italiano che ha riportato in vita e in auge tanta musica popolare e contadina italiana e che non ha caso parteciperà alla presentazione del libro “La coperta d’oro” il 24 Agosto a Trivigno (PZ) con brani della tradizione e brani creati ad hoc per l’occasione.

 

S.A.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares