BridA (per ‘Radici’) chiama i cittadini: “venite e raccontateci la vostra storia, insieme creeremo la performance artistica del 19 luglio” Si tratta di una performance multimediale e trans disciplinare, in cui forme d’arte diverse si confronteranno sullo stesso tema

UDINE – Memoria. Storia. Presente. Passato. Futuro. In sintesi, Radici. È questo il nome di un nuovo progetto – sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia – targato associazione culturale Modo. Un’idea che ha preso forma grazie a un’attenta e profonda riflessione su quella che è la nostra storia, su quelle che sono, appunto, le nostre radici. Si tratta di una performance multimediale e trans disciplinare in cui ogni artista offrirà una produzione originale. La performance, però, si presenterà in una forma unica, coinvolgendo il pubblico. Il collettivo BridA (che si occupa di Arti visive) fa un appello alla cittadinanza: “venite e raccontateci la vostra storia, insieme creeremo la performance artistica del 19 luglio”. Gli artisti di BridA raccoglieranno storie e volti di persone legate a eventi di guerra o grandi eventi traumatici (come il terremoto). Ciascuno potrà portare una vecchia fotografia in cui sia visibile il volto di un parente e raccontarne la storia. Dal canto loro i BridA prenderanno la foto, scannerizzeranno il volto legato alla storia, ne faranno una copia a grandezza naturale creando una maschera. Ciascuna maschera andrà a comporre l’installazione finale visibile e fruibile il 19 luglio per scattarsi dei selfie con i volti/storie altrui. Appuntamento il 17 luglio, al Monumento della Resistenza (Udine), alle 19. Ognuno con la propria storia e la propria foto.

Maggiori informazioni: Facebook | info@associazionemodo.it|

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares