NUOVA CONTABILITÀ PER CASSA E L’IRI: NICOLA FORTE E GIOVANNI PETRUZZELLIS ANALIZZANO I NUOVI ISTITUTI FISCALI INTRODOTTI, EVIDENZIANDONE VANTAGGI E SVANTAGGI

“La legge di bilancio 2017 interviene in modo sostanziale sul regime di tassazione delle c.d. imprese minori che applicano il regime di contabilità semplificata. Dal 1° gennaio 2017 tali soggetti, in deroga alle ordinarie regole di determinazione del reddito d’impresa, devono seguire il principio di cassa”.

Essa, infatti, introduce sostanziali novità in materia fiscale che impattano “in modo significativo sulle regole contabili da seguire per i soggetti che rientrano nel nuovo regime, collegate essenzialmente alla necessità di monitorare i flussi finanziari”.

Novità questa, che tenta “di superare le anomalie di un sistema, come quello attuale”, dove le medie e piccole imprese devono “assoggettare a tassazione redditi riferibili a crediti inesigibili”, con tutti gli effetti negativi che ne derivano.

Così, le imprese, nel nuovo regime di cassa, possono evitare “l’effetto ‘anticipatorio’ delle imposte rispetto ai proventi maturati, ma non ancora incassati”, in pratica, pagano le tasse sui ricavi effettivi e già incassati, e non su tutti quelli messi a bilancio, senza alcuna distinzione tra incassati e ancora da incassare.

“Una vera e propria rivoluzione” questa, “della quale si discute da diversi anni”, e che, in principio, era già contenuta nella delega fiscale, ma poi, mai attuata.

Altra novità introdotta dall’ultima legge di bilancio dello Stato è l’istituto dell’Imposta sul reddito d’impresa (Iri), che riguarda  “le imprese individuali, le società di persone e, al ricorrere di determinate condizioni, le Srl a ristretta base sociale”.

Scegliendo questo regime fiscale, “il reddito d’impresa non concorre alla determinazione del reddito complessivo dell’imprenditore o del socio fino a quando non si realizza la condizione ‘sospensiva’ rappresentata dal prelievo delle somme (utili) dalla sfera imprenditoriale”.

Ossia, “il reddito conseguito dall’impresa non concorre alla formazione del reddito individuale dell’imprenditore o del socio”, fin quando esso non sia stato effettivamente distribuito ed incassato da loro.

Due importantissime novità, queste introdotte, che vengono spiegate in modo chiaro, ordinato ed esaustivo nell’ultimo manuale scritto da Nicola Forte, Dottore Commercialista e Revisore dei Conti, consulente fiscale, spesso relatore per convegni, docente in molteplici corsi di formazione e collaboratore per la rubrica ‘L’Esperto risponde’ de ‘Il Sole24Ore’, e da Giovanni Petruzzellis, Dottore Commercialista, Revisore legale dei conti e Pubblicista, esperto di diritto tributario, collaboratore con diversi quotidiani e riviste specialistiche in materia fiscale: “Contabilità per cassa e nuova IRI”, edito da Maggioli.

Un testo estremamente utile, quello pubblicato dai due massimi esperti in materia fiscale, perché analizza il nuovo quadro normativo, in modo attento e preciso, usando un linguaggio anche chiaro, senza perdersi in un eccesso di tecnicismi che la materia comunque richiederebbe, e attraverso utili esempi e tabelle esemplificative, che rendono il tutto più immediato, e con aggiornamenti on line fino al 30 giugno 2017, il manuale scritto si addentra nell’esame dei nuovi istituti introdotti e sulle sue concrete applicazioni, evidenziando quali siano i soggetti ammessi e quelli esclusi, sottolineando la loro durata e valutando la disciplina fiscale transitoria nel passaggio dal vecchio al nuovo regime fiscale, valutando attentamente i vantaggi e gli svantaggi dei due nuovi regimi.

Perché i due istituti introdotti recentemente rappresentano veramente una significativa novità nel panorama della tassazione italiana, rispondendo ad alcune esigenze e richieste che le nostre imprese invocavano da tempo, per alleggerire la pressione fiscale a cui sono soggetti, ma non offrono comunque vantaggi ed utilità a tutti indistintamente, per cui è opportuno scegliere attentamente e con cognizione di causa se vale la pena restare con il vecchio regime fiscale o abbracciare il nuovo, ed il manuale scritto da Nicola Forte e da Giovanni Petruzzellis ci offre un aiuto concreto ed utile nel compiere la scelta più giusta.

 

 

Raffaele Zoppo

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares