“Res Publica”: futuri parlamentari cercasi

 

Nuovo appuntamento internazionale nelle agende degli studenti italiani: dal 5 al 7 aprile 2017 si svolgerà presso la Camera dei Deputati la terza edizione di “RES PUBLICA – Simulazione di Sedute Parlamentari”.

Res Publica è una simulazione dei lavori della Camera dei deputati italiana, con il patrocinio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, maturata dall’esperienza dell’United Network, che da anni coinvolge migliaia di studenti italiani nei Model United Nations (in Italia IMUN), con l’ausilio di Leonardo – Educazione Formazione Lavoro, società di giovani professionisti, dirigenti d’azienda e insegnanti con esperienza pluriennale nella formazione a livello nazionale e internazionale.

Per tre giorni, gli studenti delle scuole superiori frequenteranno il sancta sanctorum della legislazione, Parlamento compreso, si costituiranno in gruppi parlamentari e svolgeranno compiti e funzioni tipiche degli Onorevoli Deputati della Repubblica. Scriveranno disegni di legge, ne dibatteranno in forma ristretta in seno alle Commissioni e poi in seduta plenaria in Aula, seguendo l’iter legislativo previsto dalla Costituzione, prepareranno emendamenti e relazioni, li approveranno, osservando le medesime forme e norme utilizzate nella realtà dai parlamentari, codificate nel Regolamento della Camera dei deputati. Oltre ripercorrere integralmente il procedimento legislativo, simuleranno avvio di crisi e di emergenze da fronteggiare, ove dovranno intervenire in via d’urgenza, con mozioni elaborate al momento.

L’esperienza di ricco valore formativo, impone ai ragazzi il confronto con mansioni e materie complesse, di cui ci si dovrà interessare, approfondendo i temi con materiale didattico a livello universitario, il medesimo che il Servizio studi della Camera dei Deputati mette a disposizione dei parlamentari per affrontare la discussione delle proposte di legge.

Nozioni fondamentali di diritto pubblico, parlamentare, costituzionale, nonché procedure di funzionamento delle Camere parlamentari e l’iter legis, costituiscono tematiche di specifici esami universitari, qui apprese con la metodologia del learning by doing utilizzando direttamente le regole e confrontandosi sui temi in discussione. Sarà inoltre approfondita la capacità di analisi e di sintesi, il team working, il public speaking e talune tecniche di relazione interpersonale, necessarie alla discussione ed all’approvazione delle mozioni in esame.

La locuzione res publica è formata dal sostantivo latino res, che acquisisce significato dall’aggettivo con cui è costruito publica e significa letteralmente “cosa del popolo”, indicando nel diritto romano l’insieme dei beni, diritti e interessi dei cittadini romani (SPQR – Senatus PopulusQue Romanus). L’accezione semantica acquisita nel tempo ha coinciso la moderna forma democratica degli Stati i cui governi sono sorretti dalla volontà popolare e la gestione della “cosa pubblica” (res publica, per l’appunto) è esercitata in nome e per conto del popolo, detentore della sovranità giuridica.

La Repubblica italiana ha compiuto 70 anni, l’art. 1 della Costituzione, tra i principi fondamentali, recita: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

Fondamentale avvicinare i giovani alle Istituzioni, farne comprendere il funzionamento e le regole, ruolo e funzioni, dal di dentro, saggiando in prima persona difficoltà, complessità e delicatezza delle mansioni svolte dai rappresentanti dello Stato.

La costruzione di una cittadinanza attiva, partecipativa e consapevole radica da questi piccoli passi, esperienze di gioco lavoro che, sedimentando, germogliano affezione, comprensione e rispetto della legalità e delle Istituzioni.

 

Federico Mattia Ricci

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares